BURATTINAI SENZA SCRUPOLI

“C’è un solo bene: il sapere. E un solo male: l’ignoranza”, affermava Socrate, colui che dichiarava senza mezzi termini “So di nulla sapere”.

© Piumadaquila Fotolia.com

In Italia, considerati gli ultimi sviluppi politici, purtroppo ci siamo avventurati sulla strada dell’ignoranza: una via dove non esiste pudore e dove la politica non è Cosa Pubblica, ma affare di pochi. In Italia (scrivo della mia nazione perché ci vivo e penso di conoscerla almeno un poco) i cittadini sono sempre stati dei fantocci nelle mani di un burattinaio sconsiderato e senza scrupoli. Un burattinaio che prometteva favori e che li elargiva a spese della collettività. Quello che sta accadendo negli ultimi giorni nel nostro Paese è il frutto di anni di pressappochismo, di mala politica, di cattiva gestione della Cosa Pubblica. I media nazionali sono stati utilizzati per annichilire le masse attraverso programmi “spazzatura”, fatti di sole risate e poche considerazioni intelligenti, di melodrammi inutili e di teatranti che prendono tutto come un gioco.

No, amici: non è un gioco. L’Italia è un bene comune. Il ritorno di Berlusconi, la decisione di Monti, che forse si candiderà e quindi annuncia di volersi dimettere dopo la legge di stabilità, le probabili dimissioni anticipate di Napolitano… non sono fatti positivi per un Paese che non ha più una leadership. Per un Paese che non crede nel rinnovamento e che potrà riappropriarsi di se stesso solo quando il potere sarà veramente nelle mani dei cittadini, come afferma la Costituzione Italiana, ormai carta straccia usata secondo le esigenze di politici che non hanno più pudore. I cittadini però dovranno eleggere i loro parlamentari in base ai rispettivi programmi e non con la logica dei favori personali.

La strada è semplice: prendiamo coscienza del nostro valore e dei nostri diritti! Una volta per tutte! Senza la violenza, ma solo con la forza della nostre idee…

Maria Ianniciello

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Ho una laurea in Lettere e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline, curo dal 2008 il portale www.culturaeculture.it, da me fondato. In Cultura & Culture dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per questo lavoro (il giornalismo intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione. Oggi mi dedico come giornalista ai libri e al cinema in Cultura & Culture e sul mio canale YouTube (Marica Movie and Books). Curo la rubrica Bimbi al cinema sul blog Ricomincio da quattro di Adriana Fusè.

Lascia un commento