RICORDI DI UN’ESTATE… SUL LETTINO ANALITICO

“Ma il pensiero della veglia, non più sostenuto dalla dolce solitudine di assenza-presenza del dormiveglia, in balìa della sola assenza, viene invaso da una immagine opposta a quella dolce e soave del bacio sulla fronte: serpenti aggressivi che attendono il passante sui sentieri della campagna”