The Staircase – Una morte sospetta: recensione della serie tv di Sky

Nove puntate che lasciano lo spettatore e la spettatrice incollati allo schermo del televisore perché sino alla fine non si riesce a trovare il bandolo della matassa. The Staircase – Una morte sospetta è una sorta di rompicapo, di salto ad ostacoli. La serie tv alza i riflettori su un fatto realmente accaduto raccontando anche il dietro le quinte del documentario francese che nel 2008 fu in streaming su Netflix.

La storia è quella di Michael Peterson, uno scrittore americano, che fu processato e arrestato per la morte della seconda moglie, Kathleen. La donna era una manager molto promettente che  – ci racconta la miniserie  – era in un momento di grandi difficoltà e stanchezza perché manteneva col suo stipendio il marito e la numerosa prole di lui, composta da figli legittimi e adottivi, i quali avevano un tenore di vita al di sopra delle loro possibilità.

Una sera la donna viene ritrovata dal marito in agonia ai piedi della scala di casa con molte ferite da taglio inferte sulla testa e su tutto il corpo. Kathleen (si scopre poi) è morta per dissanguamento. La polizia accusa immediatamente Michael che è bisessuale. Che il movente sia proprio la sessualità di Peterson?

La serie tv si occupa di più temi con flashback che ci conducono nella quotidianità apparentemente patinata di una famiglia benestante. Eppure, entrando nelle stanze della grande e lussuosa abitazione, conosciamo una donna esausta e un uomo molto ambiguo.

The Staircase – Una morte sospetta tra le righe affronta anche il tema della corruzione nella giustizia americana che a volte non fa il suo corso. La serie tv tuttavia, nel tentativo di dare spazio a più punti di vista, diventa, soprattutto verso il finale, un grande calderone.

Manca la giusta adrenalina in questa miniserie che viene comunque resa godibile da un cast di alto spessore. Ad impersonare Michael Peterson è infatti nientemeno che Colin Firth; Kathleen è invece interpretata da Toni Collette. Nel cast anche Juliette Binoche nel ruolo del tecnico di montaggio Sophie Brunet che, innamorandosi di Peterson, fece di tutto per aiutarlo ad uscire di prigione.

The Staircase – Una morte sospetta è stata scritta e creata da Antonio Campos. In Italia è andata in onda su Sky Atlantic dall’8 al 29 giugno 2022.

close

RESTA AGGIORNATO!

ISCRIVITI GRATIS ALLA NEWSLETTER SETTIMANALE GRATUITA SUI LIBRI, SUI FILM, SULLE SERIE TV, SUI DOCUMENTARI

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Maria Ianniciello

Giornalista culturale. Podcaster. Scrivo di cultura dal 2008. Mi sono laureata in Lettere (vecchio ordinamento) nel 2005, con il massimo dei voti, presso l'Università di Roma Tor Vergata, discutendo una tesi in Storia contemporanea sulla Guerra del Vietnam vista dalla stampa cattolica italiana. Ho lavorato in redazioni e uffici stampa dell'Irpinia e del Sannio. Nel 2008 ho creato il portale culturaeculture.it, dove tuttora mi occupo di libri, film, serie tv e documentari con uno sguardo attento alle pari opportunità e ai temi sociali. Nel 2010 ho pubblicato un romanzo giovanile (scritto quando avevo 16 anni) sulla guerra del Vietnam dal titolo 'Conflitti'. Amo la Psicologia (disciplina molto importante e utile per una recensionista di romanzi, film e serie tv). Ho studiato presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica il linguaggio del corpo mediante la Psicosomatica, diplomandomi nel 2018 in Naturopatia. Amo la natura, gli animali...le piante, la montagna, il mare. Cosa aggiungere? Sono sposata con Carmine e sono mamma del piccolo Emanuele

Lascia un commento