Posts From Maria Ianniciello

Il diritto di contare è al cinema dall’8 marzo. “Il film dovrebbe essere visto soprattutto dalle adolescenti, le quali muovono i loro primi passi nella società, affinché dimostrino il proprio valore senza adeguarsi per forza a logiche maschili…”

Cultura & Culture intervista la dottoressa Elena Dogliotti, Biologa Nutrizionista, Divulgatrice e Supervisore Scientifico presso la Fondazione Umberto Veronesi. Ecco cosa ci ha detto sulle Ossa e su come mantenerle in uno stato di benessere…

Edito da Mondadori, il volume di Berrino e Fontana è un viaggio illuminante e stimolante nel mondo del benessere fisico, mentale e spirituale attraverso esercizi e consigli utili sostenuti da validi studi scientifici. I due medici ci mostrano come mantenerci in salute rispettando noi stessi, il pianeta e gli altri…

La Festa della Donna è una ricorrenza commerciale e di facciata ma abolirla non serve; ciò che servirebbe è una riscoperta dell’energia femminile per dare un valore nuovo a questa data. Noi qui vi spieghiamo il motivo per cui a nostro avviso bisogno a festeggiare…

Dalla recensione di Cultura & Culture: “La macchina da presa di Barry Jenkins (alla seconda regia) segue i passi di Chiron, detto ‘Piccolo’, che vive in un quartiere di colore e degradato di Miami. Lui è considerato un ‘diverso’ nella sua comunità, forse per l’andatura femminile…”

Rosso Istanbul è un’opera intimistica, personale, romantica, poetica, per certi versi autobiografica: Deniz Soysal è un noto regista che ha ingaggiato l’amico Orhan come editor del suo libro; quest’ultimo sembra essere l’alter ego di Ozpetek, che gira le scene migliori intorno a un tavolo imbandito…

Un documentario che vale veramente la pena di vedere per la superba regia di Thomas Torelli, per la fotografia eccellente di Francesco Pennica, per il montaggio magistrale di Donye Sacco e soprattutto per il contenuto chiaro, potente, deciso…

La recensione: “In genere si combatte per l’affidamento della prole, mentre i due protagonisti per motivi di lavoro vogliano ‘liberarsene’ e allora lo scontro supera ogni logica divertendoci. Si ironizza portando all’estremo stati d’animo e atteggiamenti…”

L’editoriale: ritengo, che – dopo le polemiche dello scorso anno – mai come questa volta si siano voluti accontentare tutti, dando l’impressione di una certa faziosità e di una incapacità di andare oltre l’ambito politico per dare la parola solo all’Arte…

Il film si aggiudica nel 2017 due Premi Oscar, eppure Mel Gibson non sbaglia una battuta. La sua regia è magistrale perché la macchina da presa s’insinua con una certa facilità e con estrema intelligenza tra le pieghe di una storia vera e singolare…

Candidato a sei premi Oscar, Manchester by the Sea ha ricevuto due statuette, tra cui il Premio per il Miglior Film. Casey Affleck, visibilmente emozionato, così ha commentato sul palco del Dolby Theatre. Qui tutto sul film.

La La Land, che è al cinema dal 26 gennaio 2016, ha ricevuto sei premi Oscar, tra cui quello per la Miglior Regia e la Migliore attrice protagonista, che è andato ad Emma Stone. Qui trovate tutti i dettagli sulla pellicola.

Al cinema c’è Jackie, il film di Pablo Larraìn. Nella recensione: “La forza di questa pellicola è tutta nella straordinaria capacità dell’attrice protagonista, Natalie Portnam, di far rivivere una delle personalità più affascinanti del secolo scorso…”

Dalla recensione: “L’ambiente principale in cui si sviluppano le gag di Beata Ignoranza è una scuola dove i due professori insegnano: Giallini è Ernesto, un docente di Letteratura vecchio stampo che non si collega mai a Internet; mentre Gassmann è Filippo”.

Qual è la differenza tra grano duro e grano tenero? Qual è la migliore farina da acquistare? Viaggio tra passato e presente per conoscere il cereale più coltivato al mondo. Una storia ricca di fascino perché in quei chicchi c’è tutta la nostra essenza mediterranea…

La pellicola, diretta da Eric Summer ed Eric Warin, è al cinema dal 16 febbraio 2017. Ai genitori diciamo: portate i vostri figli (maschi o femmine non fa certo differenza) a vedere Ballerina, ne vale certamente la pena! Rimarranno entusiasti. Ecco perché.