Archive

“Nella pellicola di Spielberg sia il ‘vecchio’ e sia l’infante avranno qualcosa di grandioso da imparare, perché l’umanità ha sempre saputo tramandare alle generazioni future il sapere dei padri, affinché quest’ultime potessero creare qualcosa di nuovo facendo leva sulle radici…”

Nato nel 1930 e scomparso nel 2010 il regista parigino segnò un’epoca con le sue pellicole. Indagò nei grovigli dell’anima con occhio attento e fu il capostipite della Nouvelle Vague, corrente cinematografica francese. A gennaio gli si rende omaggio con dieci film. Qui ne saprai di più!

Non posso non ammettere che – pur non trovandomi in situazioni estreme chiaramente – i libri mi hanno reso un Essere Umano completo aprendomi la mente anche di fronte al maschilismo e all’infantilismo di chi tentava di farmi sentire diversa e di chi mi spronava a non evolvermi intellettualmente…

Il volume s’intitola “Un uomo che ha vissuto”. Si tratta in particolare di una confessione intima e personale, nella quale l’artista parla di sé prima come individuo e come cantante. Nato a Voghera nel 1947, Fogli è diventato padre per la prima volta a 46 anni e poi a 65 anni. Qui maggiori dettagli…

La festa medioevale si svolgerà dal 1 al 7 gennaio 2017. La kermesse è ricca e variegata. Si comincia il primo gennaio a Chiusano San Domenico (Avellino) con l’arrangiatore di Bocelli, Antonello Cascione, che si esibirà con i soprani Erin Wakeman, Sonia Baussano e Marilena Ruta…

L’esposizione è alla Galleria d’Arte Moderna e vi permetterà di ammirare dipinti, disegni, ritratti della moglie Orazia, ceramiche, mobili, giocattoli e opere di artisti che frequentavano il salotto dei Prini. Avete tempo sin al 27 marzo 2016. Qui tutti i dettagli e le curiosità sull’evento inaugurato il 20 dicembre.

I Magi regalarono a Gesù Oro, Incenso e Mirra. Tre doni molto preziosi, nei quali per alcuni storici c’era scritto il destino del Cristo. L’Incenso indicava la natura divina del Bambino nato in una mangiatoia. Con la Mirra e con l’Incenso si soleva cospargere il corpo dei defunti. Da questa pianta viene estratta un potente olio…

“Meryl Streep è mastodontica nei panni di questa donna facoltosa e mecenate della musica che si diletta a cantare, steccando (molto), mentre il marito – un convincente Hugh Grant – organizza le serate musicali selezionando il pubblico e corrompendo un certo tipo di critica…”

A prescindere tuttavia dalla Storia e da come si svolsero i fatti, che non possiamo semplificare e ridurre in questa sede, il senso profondo di questa festa è tutto racchiuso in una vicenda magica che parla al cuore dell’umanità per ricordare che dalla terra veniamo e che a essa ritorneremo nella consapevolezza però che in noi splende la luce di Dio…

Presso il Museo Civico di Zoologia dal 23 dicembre e sino al 26 febbraio 2017 un percorso unico che mette in risalto la straordinaria capacità di alcune specie animali di escogitare una serie di metodi per sfuggire ai predatori e non solo. Ecco le informazioni e alcune immagini.

L’allestimento (in scena dal 28 dicembre), pur essendo un classico del teatro partenopeo, è contemporaneo per le tematiche trattate. La nipote del sindaco è Silvia che farà capire a suo zio che ha talento da vendere forse più del fratello Felice. Lo fa usando l’escamotage del travestimento…

La divinità latina che, secondo me, simboleggiava questa fase era Giano, il dio dalle due teste che guardava al passato (autunno) e al futuro (primavera). La via di mezzo era l’inverno. C’era però molto di più nel dio pagano, le cui origini si perdono nella notte dei tempi…

Le domande di Cultura & Culture dopo l’attentato a Berlino del 19 dicembre 2016 che si pensa possa essere di matrice islamica mentre nel mondo migliaia sono le vittime di una politica aberrante che ha un solo colpevole. E` il Dio denaro nel nome del quale pochi eletti condizionano la vita delle masse…

“Lo sviluppo economico che si è avuto nei decenni scorsi se da una parte ha sicuramente migliorato la vita di molti, dall’altra ha posto le basi per generazioni non propense al sacrificio e al senso del dovere ma più inclini alle ricompense facili…Che cosa centra il rispetto? La risposta è semplice…”

“La famiglia Tucci di Poveri ma ricchi è logorroica, verace e confusionaria, un po’ come i Sciosciammocca di Miseria e Nobiltà (1954), il classico del cinema italiano con un Totò stellare. I temi si ripetono però oggi la saggezza è tutta nelle nuove generazioni…”

Burton dirige un film che si avvicina al genere Young Adult per contenuto e per alcuni particolari della sceneggiatura (non scritta dal regista; la pellicola è basata sul romanzo di Ransom Riggs), ma se ne allontana dal punto di vista stilistico…