Non solo Cinema,  Recensioni di serie tv

E se un test ti dicesse chi è la tua anima gemella? Ecco Soulmates, serie tv di Amazon

Soulmates: recensione della serie tv di Prime Video Voto: 3 out of 5 stars (3 / 5)

Non è un futuro dispotico quello in cui si muovono e si innamorano i protagonisti della serie televisiva Soulmates, perché il contesto è glamour, colorato, frizzante e quindi lontano da una serialità futuristica dove la tecnologia schiaccia l’essere umano annichilendone le diversità.

Anzi, Soulmates enfatizza proprio il concetto di diversità, usando coppie miste, con bianchi e afroamericani, un po’ come in Bridgerton. Questa scelta, sebbene sia comprensibile e coraggiosa, risulta tuttavia in alcuni episodi stucchevole e forzata. E, sebbene si parta con il piede giusto, la serie perde così di incisività e appeal verso il terzo episodio quando gli stili si mescolano creando una comicità demenziale che alterna allo psicodramma non aggiungendo nulla di veramente nuovo alla serialità contemporanea. Sia inteso, l’idea è valida e vediamo perché.

soulmates recensione

Recensione di Soulmates, serie che gioca con l’Amore…

In ogni episodio della serie cambiano i protagonisti e le storie mentre il filo conduttore resta sempre lo stesso. Siamo in un futuro non troppo lontano e, come anticipato, nemmeno ipertecnologico. Gli esseri umani non si innamorano di un dispositivo, come accade per esempio in Her, film con Joaquin Phoenix del 2013, ma per trovare l’anima gemella (cioè il proprio “match”) possono (se vogliono, nessuno glielo impone, se non la pubblicità) sottoporsi ad un test rapido e indolore.

E tra peripezie varie, può capitare che una donna non single si sottoponga al test e, dopo aver conosciuto l’anima gemella, lasci il marito nonostante ne sia ancora innamorata. Ma può capitare anche che una donna si vendichi del proprio match.

soulmates recensione

Insomma Soulmates gioca con i sentimenti in maniera piuttosto innovativa, peccato che non riesca a fare il salto di qualità con episodi in egual modo avvincenti. Sarebbe stato meglio creare un’unica trama, anziché puntare su più vicende che hanno abbassato il livello senza uscire dagli stereotipi, nonostante le buone intenzioni iniziali e le apparenze.

La serie televisiva ci parla dunque d’amore, tra comicità e qualche dramma, ma senza mai abbattere i paradigmi sociali per davvero.

Soulmates – che è suddivida in sei episodi ed è stata creata da William Bridges e Brett Goldstein – si può vedere su Amazon Prime Video cliccando qui. Maria Ianniciello

close
Iscrivendoti alla newsletter riceverai GRATIS l'ebook su come difendersi dalle fake news!

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Mi occupo di critica cinematografica, libri ed emancipazione femminile. Ho una laurea in Lettere (vecchio ordinamento), conseguita con il massimo dei voti nei tempi, e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline (ho diretto anche un magazine locale per due anni circa), curo dal 2008 www.culturaeculture.it, da me fondato. In culturaeculture.it dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per il mio lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità in tutte le sue sfaccettature. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione e formazione. Amo studiare e formarmi. Ah! Dimenticavo! Ho scritto un romanzo quando avevo sedici anni che ho pubblicato nel 2010.

Commenta

shares