Non solo Cinema,  Recensioni di serie tv

The Undoing, serie da non perdere: ecco perché

Che cosa resta del Padre? Si chiede Massimo Recalcati nel libro che è uscito per Raffaello Cortina Editore (lo trovi qui). Questa domanda mi ricorre tra le pareti di casa, mentre svolgo le faccende domestiche, e si insinua nella mia mente da tempo all’improvviso. Me la faccio per esempio quando guardo mio marito accudire mio figlio. Me la faccia quando parlo con mio padre e me la son fatta nel guardare la serie televisiva The Undoing (La rovina) che potete vedere su Sky Atlantic. Di seguito la trama di The Undoing e la recensione.

The Undoing: trama e recensione della serie tv

Il padre e il marito di The Undoing si chiama Jonathan Frasen (Hugh Grant), è un oncologo infantile e appare subito mite, molto riservato, quasi a disagio in un contesto di cartapesta, dove apparire è più importante di essere. Ma scopriamo chi è in realtà Jonathan mediante la moglie Grace, psicoterapeuta che aiuta in quel di Manhattan le coppie a ‘rinsaldarsi’ e a ‘ristrutturarsi’. E, mentre guarda nei conflitti altrui, questa donna, che ha il volto spigoloso di Nicole Kidman, si dimentica di guardare in casa propria per cercare spettri oltre l’apparente perbenismo.

La famiglia Frasen sembra essere perfetta: vive in un contesto borgese e altisonante, tra lussi e agi. Il piccolo Henry (Noah Jupe) frequenta una scuola altolocata, fa del padre un eroe e tranquillizza la mamma quando ci sono momenti di tensione. E di apprensioni in questa serie tv ce ne saranno a iosa. La tranquillità della famiglia Frasen infatti viene sconvolta dall’omicidio di Elena Alves (Matilda De Angelis), madre avvenente di un compagno di classe di Henry. Contemporaneamente Jonathan scompare ed è qui che il mistero si infittisce. Grace viene così catapultata in vicissitudini più grandi di lei, perché il marito è accusato di quell’assassinio.

The Undoing trama

Un thriller sentimentale che indaga nei rapporti di coppia… e non solo

Che cosa resta dunque del padre in The Undoing (La rovina)? Me lo sono chiesta verso il finale, un’altra volta. La serie televisiva in tal senso non dà, ovviamente, delle risposte definitive. Il personaggio di Hugh Grant è abbozzato (forse troppo) perché il ruolo centrale è ricoperto da Grace, segno che la risposta alla mia domanda è ancora vaga. Mentre è fin troppo chiaro il ruolo della madre e della moglie che dopotutto ha saputo reinventarsi oltre gli stereotipi e le agiatezze delle origni (il padre è un ricco possidente, al quale Grace non ha mai chiesto aiuto).

The Undoing è un thriller sentimentale che tra bugie e intrighi alza i riflettori soprattutto sui rapporti di coppia, mettendo in evidenza quanto i legami siano fragili e quanto non ci si conosca mai abbastanza. Dietro la macchina da presa di questa serie c’è la regista danese Susanne Bier. La sceneggiatura, che è stata scritta da David E. Kelley, si basa sul romanzo Una famiglia felice di Jean Hanff Korelitz. Voto: 4 out of 5 stars (4 / 5) Maria Ianniciello

close
Iscrivendoti alla newsletter riceverai GRATIS l'ebook su come difendersi dalle fake news!

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Mi occupo di critica cinematografica, libri ed emancipazione femminile. Ho una laurea in Lettere (vecchio ordinamento), conseguita con il massimo dei voti nei tempi, e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline (ho diretto anche un magazine locale per due anni circa), curo dal 2008 www.culturaeculture.it, da me fondato. In culturaeculture.it dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per il mio lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità in tutte le sue sfaccettature. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione e formazione. Amo studiare e formarmi. Ah! Dimenticavo! Ho scritto un romanzo quando avevo sedici anni che ho pubblicato nel 2010.

Commenta

shares