BERSANI: LE REGOLE PRIMA DEL CONSENSO

A due giorni dalle primarie del centrosinistra, si è scatenata un’accesa polemica sul mancato rispetto di alcune regole in campagna elettorale. A scatenare la querelle è stato un esposto, presentato da Bersani e dagli altri tre candidati, nei confronti di Matteo Renzi, accusato di aver acquistato alcune pagine pubblicitarie per spronare i cittadini ad andare a votare domenica quando ci sarà il ballottaggio tra il sindaco di Firenze e il segretario del PD.

Renzi ha definito quanto gli sta accadendo in queste ore «una vera e propria accusa bulgara». Pier Luigi Bersani oggi su Repubblica.it ha risposto, senza mezzi termini, a un lettore che, riferendosi all’episodio di Matteo Renzi, lo accusava di voler mantenere “la poltrona”: «Le regole non si cambiano in corso d’opera. Potevo essere, senza le elezioni, il candidato del PD. Ho forse paura della partecipazione? No, io voglio che si capisca che le regole vengono prima del consenso e non viceversa».

Ma il segretario del PD oggi ha anche discusso dell’Ilva: «Dobbiamo creare ordine nell’intricato meccanismo delle autorizzazioni da concedere alle industrie; inoltre bisogna intervenire, organizzando un tavolo tecnico, su tutto il versante siderurgico». E sui dati diffusi dall’Istat sulla disoccupazione Bersani ha aggiunto: «E’ necessario dare uno sprint all’economia; bisogna chiedersi se siamo in recessione oppure se è solo un momento e possiamo riprenderci. Oltre alla strategia del rigore messa in atto dal Governo Monti, ci vorrebbe altro. A livello europeo ci sono ormai studi dettagliati sulla possibilità di mettere in comune una parte della gestione del reddito, senza svantaggio per nessuno. Questo ci alleggerirebbe. Poi, per quanto riguarda la politica interna si potrebbe fare un po’ di credito alle piccole imprese e aiutare i comuni sulle opere pubbliche».

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Ho una laurea in Lettere e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline, curo dal 2008 il portale www.culturaeculture.it, da me fondato. In Cultura & Culture dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per questo lavoro (il giornalismo intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione. Oggi mi dedico come giornalista ai libri e al cinema in Cultura & Culture e sul mio canale YouTube (Marica Movie and Books). Curo la rubrica Bimbi al cinema sul blog Ricomincio da quattro di Adriana Fusè.

Lascia un commento