culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Libri: recensioni & interviste

Il libro di Louise Hay: “Puoi vivere una vita straordinaria”

 puoi vivere una vita straordinariaPrima di leggere “Puoi vivere una vita straordinaria” (MyLife edizioni), avevo già avuto modo di approfondire, attraverso altri libri, il pensiero di Louise Hay, ma questa nuova pubblicazione, scritta a quattro mani, mi ha consentito di aprire la mente a nuovi punti di vista. “Puoi vivere una vita straordinaria” non è un saggio, bensì è un dialogo tra due donne di età diverse, Louise Hay e Cheryl Richardson, fautrici del pensiero positivo, con il quale entrambe aiutano le persone a migliorare la qualità della vita. Louise e Cheryl riflettono sulle varie sfere della nostra esistenza, partendo da vicissitudini e aneddoti personali. Il libro, che è suddiviso in sette capitoli, ci spiega come affrontare i vari momenti della giornata, con suggerimenti su come vivere al meglio il risveglio, la colazione, la doccia, il lavoro, ma anche la lettura dell’e-mail e i vari pasti quotidiani, sino ai minuti che precedono il sonno. Louise sostiene che è importante allenare la mente a pensare correttamente, facendola uscire da quelle emozioni che scalfiscono la nostra armonia interiore, e quindi deteriorano il nostro corpo. In che modo? Con il metodo delle affermazioni. Per ogni fase della giornata e della vita ci sono frasi adatte che rafforzano la nostra autostima, perché modificano il nostro dialogo interiore. Frasi d’amore per ogni situazione, dunque. L’ultimo capitolo è forse quello che mi è servito di più, perché Louise e Cheryl discutono, in un’ottica completamente nuova per me,  della morte, intesa come passaggio in un’altra dimensione che nessuno conosce. Un evento del tutto naturale che evitiamo di affrontare perché esso ci fa sentire vulnerabili e a disagio, per un fatto prettamente culturale. Eppure, ciascuno di noi ha il diritto, secondo le autrici, di vivere questo passaggio nella maniera più serena possibile. “Puoi vivere una vita straordinaria” è un testo che fa riflettere. Nessuno nega che gli eventi negativi esistano, ma è il modo di affrontarli che può essere modificato con la forza delle parole. Ogni istante va inteso come una scoperta, una grande occasione che ci viene data per evolverci. «Siamo sempre al sicuro. E` solo un cambiamento. Dal momento in cui nasciamo ci prepariamo a essere abbracciati ancora una volta dalla Luce», si legge in questo delicato e coraggioso libro che si chiude con una serie di affermazioni e alcune foto delle autrici.

 

Puoi Vivere una Vita Straordinaria
L’ultimo eccezionale libro di Louise Hay
€ 18

close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Mi occupo di critica cinematografica, libri ed emancipazione femminile. Ho una laurea in Lettere (vecchio ordinamento), conseguita con il massimo dei voti nei tempi, e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline (ho diretto anche un magazine locale per due anni circa), curo dal 2008 www.culturaeculture.it, da me fondato. In culturaeculture.it dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per il mio lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità in tutte le sue sfaccettature. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione e formazione. Amo studiare e formarmi. Ah! Dimenticavo! Ho scritto un romanzo quando avevo sedici anni che ho pubblicato nel 2010.

Lascia un commento

shares