Libri: recensioni & interviste

Come trattare gli altri e farseli amici

ConetrattareglialtriefarseliamiciRecensione – Esiste un modo per comunicare nella maniera corretta, quindi senza essere fraintesi e soprattutto senza farsi antipatiche inimicizie sia nel lavoro sia in privato?

La risposta è affermativa e ce la dà un classico della comunicazione efficace. Il libro s’intitola “Come trattare gli altri e farseli amici” ed è edito in Italia da Bompiani. L’autore è un esperto del pensiero positivo, vissuto tra il 1889 e il 1955, e si chiama Dale Carnegie.

“Come trattare gli altri e farseli amici” è un volume di 263 pagine, nelle quali è possibile raccogliere consigli e suggerimenti per essere autorevoli senza diventare antipatici, perché l’autorevolezza, a differenza dell’autoritarismo, nasce dall’assertività.

La persona assertiva non è, infatti, né aggressiva né passiva, ma sa far valere le proprie idee evitando di denigrare quelle altrui.

Carnegie – mediante esempi tratti da esperienze vissute da personalità in vista e da persone comuni – nei brevi capitoli fornisce una serie di principi basati su valori positivi, quali per esempio la sincerità; in realtà esistono delle regole che, se applicate, semplificano la nostra vita.

Le persone in realtà non sono mai del tutto buone, né totalmente cattive. Ciascuno di noi ha un unico grande bisogno: essere riconosciuto e amato. Quando soddisfiamo questa necessità atavica, riusciamo a farci ascoltare. Questo non significa che dobbiamo mentire. Tutt’altro. Bisogna concentrarsi sulle qualità positive dei nostri interlocutori, senza attaccare e criticare, immedesimandoci. Carnegie racconta, infatti, di un uomo che faceva controvoglia e male le pulizie in un condominio. Per risolvere il problema, fu ingaggiata un’esperta nella gestione delle risorse umane. Osservandolo, la donna si accorse che un giorno l’uomo aveva pulito bene un pianerottolo e glielo fece notare, complimentandosi. Da allora l’uomo s’impegnò talmente tanto che fu addirittura premiato. Abbattere le barriere del nostro ego facendo sentire importanti gli altri (ovviamente senza esagerare ma con piccole accortezze) è il filo conduttore di questo libro che merita di essere letto, perché ricco di consigli utili, per tutti.

close
Iscrivendoti alla newsletter riceverai GRATIS l'ebook su come difendersi dalle fake news!

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Giornalista culturale. Podcaster. Scrivo di cultura dal 2008. Mi sono laureata in Lettere (vecchio ordinamento) nel 2005, con il massimo dei voti, presso l'Università di Roma Tor Vergata, discutendo una tesi in Storia contemporanea sulla Guerra del Vietnam vista dalla stampa cattolica italiana. Ho lavorato in redazioni e uffici stampa dell'Irpinia e del Sannio. Nel 2008 ho creato il portale culturaeculture.it, dove tuttora mi occupo di libri, film, serie tv e documentari con uno sguardo attento alle pari opportunità e ai temi sociali. Nel 2010 ho pubblicato un romanzo giovanile (scritto quando avevo 16 anni) sulla guerra del Vietnam dal titolo 'Conflitti'. Amo la Psicologia (disciplina molto importante e utile per una recensionista di romanzi, film e serie tv). Ho studiato presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica il linguaggio del corpo mediante la Psicosomatica, diplomandomi nel 2018 in Naturopatia. Amo la natura, gli animali...le piante, la montagna, il mare. Cosa aggiungere? Sono sposata con Carmine e sono mamma del piccolo Emanuele

Commenta