Festival Internazionale del Film di Roma, vince “Tir”

tir
Alberto Fasulo

E’ ancora un documentario a sbaragliare la concorrenza. “Tir” di Alberto Fasulo si è aggiudicato, infatti, il Marc’Aurelio d’Oro all’ VIII edizione del Festival Internazionale del Film di Roma. Tra i baci saffici, gli spacchi mozzafiato e gli abiti di pizzo sul movimentato red carpet della kermesse cinematografica capitolina, la giuria internazionale, presieduta da James Gray e composta da Verónica Chen, Luca Guadagnino, Aleksei Guskov, Noémie Lvovsky, Amir Naderi e Zhang Yuan ha premiato il primo esperimento di finzione del documentarista Fasulo, forse a conferma del fatto che il cinema di finzione non riesce più a fotografare, in maniera autentica, la realtà di un paese. Prescindendo dalle presupposizioni, quella dei documentari non è una moda ma forse un vero e proprio segnale.

film romaPer quanto riguarda gli altri premi “Quod Erat Demonstrandum” di   Andrei Gruzsniczk conquista il premio speciale della Giuria mentre la migliore interpretazione maschile e quella femminile sono rispettivamente di Matthew McConaughey per “Dallas Buyers Club” e di Scarlett Johansson per “Her”. Il cast di “Gass” viene insignito del Premio dedicato a un giovane attore o attrice emergente e Koichi Takahashi per “Sebunsu kodo” (Seventh Code) vince il Premio per il migliore contributo tecnico. La migliore sceneggiatura è  quella di Tayfun Pirselimoğlu per “Ben o değilim”, infine, la menzione speciale va a Cui Jian per “Lanse gutou” (Blue Sky Bones).

 A seguire tutti gli altri premi:

– Premio CinemaXXI per il miglior film (riservato ai lungometraggi): “Nepal Forever” di Aliona Polunina

Premio Speciale della Giuria Cinema XXI (riservato ai lungometraggi): ”Birmingemskij ornament 2” (Birmingham Ornament 2) di Andrey Silvestrov e Yury Leiderman

-Premio CinemaXXI film brevi“Der Unfertige” (The Incomplete) di Jan Soldat

-Menzione Speciale CinemaXXI (cinema breve): “The Buried Alive Videos” di Roee Rosen

Premio Doc It – Prospettive Italia Doc per il Migliore Documentario italiano: “Dal profondo” di Valentina Pedicini

Menzione Speciale“Fuoristrada” di Elisa Amoruso

Premio Taodue Camera d’Oro per la Migliore Opera Prima/Seconda“Out of the Furnace” di Scott Cooper

Premio Taodue Miglior produttore emergente: Jean Denis Le Dinahete Sébastien Msika per “Il sud è niente”

-Premio BNL del Pubblico per il miglior film“Dallas Buyers Club” di Jean-Marc Vallée

close

RESTA AGGIORNATO!

ISCRIVITI GRATIS ALLA NEWSLETTER SETTIMANALE GRATUITA SUI LIBRI, SUI FILM, SULLE SERIE TV, SUI DOCUMENTARI

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Commenti

commenti

Redazione

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: [email protected]

Lascia un commento