Ponetevi le giuste domande e cambierete la vostra vita

©Elenaphotos21 fotolia.com
©Elenaphotos21 fotolia.com

“Senza conoscere la forza delle parole, è impossibile conoscere gli uomini”. Affermava Confucio. E infatti le parole, sia espresse in forma scritta sia in forma orale,  condizionano il nostro processo cognitivo, migliorando o peggiorando la nostra vita. Attraverso di esse infatti costruiamo i nostri schemi mentali, creando nella mente le immagini con cui rappresentiamo il mondo. Bisogna prestare, dunque, molta attenzione alle parole che pronunciamo o che scriviamo. In che modo? Allenandoci a formulare frasi positive. Ma non basta. E` necessario che impariamo a porci le giuste domande per risolvere i problemi anziché andarci a sbattere contro. Potrei citare studi e ricerche che dimostrano quanto vi sto dicendo ma non credo sia questa la sede opportuna e ritengo che questi discorsi possano essere meglio affrontati dagli esperti nelle rubriche di questa Testata o intervistando medici e neuroscienziati. Cosa che tra l’altro certamente faremo. Ma, ritornando alle domande e a proposito di interviste, su Cultura & Culture non ci stancheremo di porre interrogativi agli altri e a noi stessi per conoscere e conoscerci.

Ogni giorno sento e vedo persone che si chiudono in se stesse a causa della crisi o di altri problemi; costoro purtroppo anziché porsi domande per trovare una soluzione ai loro disagi continuano a lamentarsi. A Scuola abbiamo imparato che i problemi di matematica sono fatti per essere risolti attraverso una serie di quesiti a cui la nostra mente, per predisposizione, è in grado di rispondere. Ma se noi continuiamo a chiederci: «Ma perché proprio a me? Cosa ho fatto di male?» – invece di domandarci: «Come posso risolvere questa situazione?» oppure «Cosa posso fare per migliorarmi?»  o ancora «Come questa situazione può tornarmi utile?» – non troveremo mai una via d’uscita. Ecco perché su Cultura & Culture eviteremo di focalizzarci sui disagi, come già stiamo facendo, cercando di fare un giornalismo completamente diverso e senza dare nulla per scontato! Ripeto: i problemi sono stati creati per essere risolti e noi cercheremo di dare il nostro piccolo/piccolissimo contributo affinché ciò avvenga. Coloro che non hanno seguito le idee della massa hanno migliorato il mondo. Noi non abbiamo questa presunzione, ci mancherebbe! Tuttavia ci impegneremo a non andare dove si dirige, cieca e senza punti di riferimenti reali, la maggior parte delle persone… Volete seguirci?

Maria Ianniciello

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Fondatrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica, presieduto da Raffaele Morelli. Su Cultura & Culture si occupa di benessere e naturopatia con un occhio sempre attento alla cultura. Pratica l'aromaterapia sia in gruppo che individualmente e fa consulti naturopatici.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI