In una mostra il mondo alla maniera di Life

©ContrastoLife nacque con un motto: capire la vita, capire il mondo. E in effetti i fotografi di questa prestigiosa rivista, fondata da Henry Luce nel 1936 e pubblicata con cadenza settimanale fino agli anni Settanta, hanno documentato i principali avvenimenti mondiali, dagli anni Trenta della Depressione, passando per gli anni Quaranta, per arrivare alla seconda guerra mondiale, attraversando il difficile dopoguerra e poi raccontando il Vietnam; Life ha narrato, dunque, il Novecento e ha imposto una linea, indicando una maniera particolare di guardare e quindi di pensare l’attualità.

John Loengard, uno dei fotografi di punta della rivista, affermava: «I fotografi che lavorano per Life riprendono il mondo che li circonda e prestano una particolare attenzione alle persone che lo abitano e alle loro attività. Ciascuno di noi è convinto di saperlo fare meglio di chiunque altro (ma forse non tutti abbiamo ragione). Molte delle nostre foto restano impresse nella memoria e diventano veri classici. Per quale motivo? Credo perché conservano la capacità di sorprendere. La parola scritta diventa rapidamente obsoleta: una notizia vecchia è un ossimoro. Invece le fotografie vecchie continuano a richiamare la nostra attenzione, e credo sia proprio questo lo spartiacque tra le ambizioni dei fotografi e quelle dei giornalisti. L’ambizione di creare opere che non perdano mai d’interesse, è la base portante di questo lavoro». E per dare voce al meglio del fotogiornalismo mondiale a Roma, dal 1 maggio scorso e fino al 4 agosto prossimo, è stata allestita una retrospettiva, presso nuovo spazio AuditoriumExpo dell’Auditorium Parco della Musica, sugli scatti più significativi di Life. La mostra dal titolo “Life. I grandi Fotografi”, che è una produzione inedita, è stata organizzata dalla Fondazione Musica per Roma e dalla Fondazione FORMA per la Fotografia, in collaborazione con Life e Contrasto. Il percorso espositivo comprende in particolare 150 fotografie itra le più celebri che raccontano la nascita, l’evoluzione e lo stabilizzarsi di una visione che è diventata decisiva. Il volume che accompagna la mostra, pubblicato da Contrasto, raccoglie i profili biografici e le immagini degli autori che, nel tempo, hanno fatto grande la rivista: 99 tra i più grandi fotografi della storia, da Eisenstaedt a Bourke-White, da Mydans a Parks, da W. Eugene Smith a Robert Capa fino a Morse e a McNally, il cui recente servizio sul Ground Zero si inserisce nella grande tradizione di Life.

 

Info aggiuntive

· Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì: dalle 14:30 alle 20:30;

· Venerdì, dalle 14:30 alle 23:00;

· Sabato : dalle 11:00 alle 23:00;

· Domenica : dalle 11:00 alle 20:30.

 

Prezzi

• Intero : 8,00 euro;

• Ridotto (convenzioni, over 65, under 26): 7,00 euro;

• Ridotto Card: 6,00 euro;

• Ridotto Gruppi Scolastici: 4,00 euro

 

Ingresso gratuito (si ritira il biglietto presso la mostra ) per

• Disabili (con e senza accompagnatore);

• Invalidi civili (con e senza accompagnatore).

 

 

close

RESTA AGGIORNATO!

ISCRIVITI GRATIS ALLA NEWSLETTER SETTIMANALE GRATUITA SUI LIBRI, SUI FILM, SULLE SERIE TV, SUI DOCUMENTARI

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Commenti

commenti

Redazione

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: [email protected]

Lascia un commento