GIROLAMO DEL MASO RACCONTA FLANNERY O’CONNOR

Grande attesa a Napoli per l’incontro di venerdì 26 ottobre 2012 con lo scrittore e teologo Girolamo Dal Maso. L’appuntamento è per le 16.30 alla Biblioteca Nazionale di Napoli. L’autore del volume Selvaggi: grazia e disgrazia nei romanzi di Flannery O’Connor (Tuttle, 2012) parlerà del libro, che approfondisce la scrittura o’connoriana partendo dai due romanzi La saggezza nel sangue (Wise Blood) e Il cielo è dei violenti (The violent bear it away). Il saggio spazia dall’analisi letteraria a quella teologica, fino alla storia dell’arte e non teme di avanzare interpretazioni che accostano teorie semiotiche della soggettivazione e storia del blues anteguerra, figure come Bruegel e Nick Cave, come S. Giovanni della Croce e Quentin Tarantino.

Conduce il dibattito Gary Rasnick, animatore  dell’American Literature Reading Group della Biblioteca Napoletana che da 13 anni esamina i classici della letteratura americana. L’appuntamento si inserisce nella rassegna  “Flannery O’Connor in Naples” che prevede in ottobre e novembre numerosi  eventi nei luoghi storici della città partenopea.

Flannery O’Connor è una delle voci più geniali e influenti della letteratura americana del Novecento. La sua vita tragicamente breve, trascorsa  isolata dalla mondanità letteraria, ha contributo a farla collocare tra gli scrittori di culto, che non concepiscono la narrativa solo come evasione. L’autrice, infatti, attraverso la sua scrittura ha tentato di svelare ciò che è invisibile ma che è nella realtà e costituisce la risposta alle grandi domande sulla vicenda umana. I protagonisti della sua narrativa e le loro vicende sono quasi sempre segnate dalla violenza, dalla follia e dalle deformazioni, ed assurgono a veri e propri simboli della presenza del divino, del mistero e della grazia nella vita umana. I  suoi due romanzi, La saggezza nel sangue (Wise blood) del 1952 e Il cielo è dei violenti (The Violent bear it away) che descrivono con toni accesi, e spesso ironici e provocatori, gli aspetti peggiori della realtà, l’esistenza del male nella vita degli uomini. I fine dell’azione però è sempre dimostrare il mistero, la Grazia che soccorre l’uomo, anche se egli non se ne accorge e non è disposto ad assecondarla.

close

RESTA AGGIORNATO!

ISCRIVITI GRATIS ALLA NEWSLETTER SETTIMANALE GRATUITA SUI LIBRI, SUI FILM, SULLE SERIE TV, SUI DOCUMENTARI

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Commenti

commenti

Redazione

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: [email protected]

Lascia un commento