culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Libri: recensioni & interviste

Angelo Naj Oleari: ecco il libro “Armonia selvatica”

armonia selvaticaL’autore di “Armonia selvatica”, il libro uscito a inizio giugno ed edito da Ponte alle Grazie, ha un cognome importante, che pesa. Angelo Naj Oleari è il terzo di tre figli, uno degli eredi della nota azienda tessile, Naj Oleari, oggi una società per azioni, che comprende cinquanta soci. Angelo è il creativo della famiglia, colui che ha fondato anche il Centro Botanico a Milano.

E proprio la passione per le piante è il filo conduttore di “Armonia selvatica. Semi coraggiosi”, il volume che sarà presentato, domani, 25 giugno, alle 18, nel capoluogo meneghino, presso la Libreria della Natura di Corso Magenta, dove Naj Oleari incontrerà i suoi lettori.

«Noi siamo contro la monocoltura, e siamo a favore dell’agricoltura biodinamica e ancor di più dell’agricoltura selvatica, perché è l’uomo che deve assecondare la natura e non viceversa», ha detto l’imprenditore in una recente intervista, sostenendo che è necessario ricreare uno spirito di partecipazione e solidarietà con le piante, considerate dall’autore «le vere e uniche amiche». «La Natura ci dà tutto quello che ci serve per mantenerci sani; se l’uomo riuscisse a partecipare, in maniera neutrale, al movimento che influenza la vita di questo pianeta, si accorgerebbe di quanto la sua funzione sia straordinaria», ha spiegato Angelo Naj Oleari che nel libro ripercorre la sua vita, raccontando come e quando si è rifugiato nel mondo vegetale. Una passione importata poi nella Naj Oleari e in particolare nel centro botanico, nato  nel 1975 e diventato ben presto un punto di riferimento per gli esperti e gli appassionati del settore.

close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Mi occupo di critica cinematografica, libri ed emancipazione femminile. Ho una laurea in Lettere (vecchio ordinamento), conseguita con il massimo dei voti nei tempi, e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline (ho diretto anche un magazine locale per due anni circa), curo dal 2008 www.culturaeculture.it, da me fondato. In culturaeculture.it dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per il mio lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità in tutte le sue sfaccettature. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione e formazione. Amo studiare e formarmi. Ah! Dimenticavo! Ho scritto un romanzo quando avevo sedici anni che ho pubblicato nel 2010.

Lascia un commento

shares