Di tutto un po'

Qua la zampa! Trailer del film, trama e recensione

Qua la zampa! è un film leggero e al contempo così serioso, così intenso, così coinvolgente. Non vi nascondo che nutro un amore viscerale per gli animali, in particolare per i cani. E mi perdoni il lettore se di tanto in tanto abbandono i toni da critico cinematografico per ‘abbracciare’ uno stile più intimistico e personale, ma è proprio l’effetto che fa la pellicola. Premetto che non sono una persona dal pianto facile quando guardo un film, eppure Qua la zampa! mi ha commosso fino alle lacrime e, per giunta, in più di un’occasione, sicuramente perché, avendo un cane, conosco molte delle dinamiche canine, descritte alla perfezione nella commedia che, però, ha un risvolto non comico bensì sentimentale, in alcuni momenti drammatico. Il mio cane si chiama Laila, ha dieci mesi ed è un pastore tedesco, a pelo lungo e non vi nascondo che mi sta insegnando molto sulla Vita e sull’Amore. I cani amano senza pretese, senza chiedere mai nulla in cambio e spesso entrano nella nostra esistenza, a volte molto complicata, per uno scopo ben preciso, sicuramente per aiutarci ad allargare il nostro sguardo verso nuovi punti di vista, forse più consoni alla nostra natura.

Il film si ispira al best seller di W. Bruce Cameron
Il film si ispira al best seller di W. Bruce Cameron

Il protagonista di Qua la zampa! si chiama Bailey ed è un cane che si pone sin da subito domande esistenziali per capire qual è il proprio ruolo. Nel film si usa la legge karmica per divulgare un messaggio d’amore. Questo cane si reincarna, assumendo varie sembianze e cambiando la percezione dei vari padroni, che – attraverso di lui – danno un senso alla loro quotidianità, ma la vita del simpatico animale ha un significato più ampio e ciascuno di voi sicuramente troverà una chiave di lettura diversa a seconda della vostra esperienza, perché è questa la bellezza di una pellicola dolce e confortante, decisa ed emozionante. La voce di Jerry Scotti fa poi il resto!

Per quanto riguarda lo stile, si potrebbero fare tanti parallelismi tra Qua la zampa! e altri film che appartengono a un genere, sia cinematografico e sia televisivo, forse inflazionato ma sempre piacevole. Dalla serie tv cult Lessie a Belle & Sebastien (da vedere prima nella versione cartoon), da Io & Marley a Bailey – Il cane più ricco al mondo, senza dimenticare Rex, il pastore tedesco poliziotto, e naturalmente Hachikō (diretto da Lasse Hallström, regista anche di Qua la zampa!), l’elenco è molto folto e invitante. Andate a vedere questo film; sono sicura che vi piacerà! Di seguito il trailer e alcune immagini.

close

Salve, sono Maria Ianniciello. Grazie per aver letto l'articolo. Se ti è piaciuto il sito e il pezzo, iscriviti alla mia newsletter settimanale. Riceverai ogni lunedi una mail con gli articoli e i nuovi episodi del podcast, contenuti inediti, buoni sconto su libri e tanto altro!

Commenti

commenti

Salve, mi chiamo Maria Ianniciello. Cultura & Culture è un blog indipendente. Redigere articoli ed editare podcast di qualità richiede tempo e concentrazione. DONA ORA affinché io possa creare contenuti migliori. Grazie mille!

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Ho una laurea in Lettere e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline, curo dal 2008 il portale www.culturaeculture.it, da me fondato. In Cultura & Culture dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per questo lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione.

Lascia un commento

shares