Di tutto un po'

CONFINDUSTRIA: A GIUGNO MENO 1,3 PER CENTO DOPO IL RIALZO DI MAGGIO

©alisonhancock - Fotolia.com

Il Centro Studi di Confindustria stima in giugno una contrazione della produzione industriale dell’1,3% su maggio, quando c’è stato un incremento dello 0,8% su aprile, comunicato oggi dall’ISTAT1. Si attesta al -23,4% la distanza dal picco di attività pre-crisi (aprile 2008) mentre il recupero dai minimi della recessione (marzo 2009) si riduce al 3,5%. L’attività industriale nella prima metà del 2012 è diminuita in media dello 0,9% mensile da dicembre 2011 (-5,3% cumulato). Con la stima CSC di giugno, si registra nel secondo trimestre una diminuzione dell’1,7% sul precedente. Nel primo trimestre si era avuta una contrazione congiunturale del 2,3% e nel quarto 2011 del 2,7%. Il terzo trimestre eredita dal secondo una variazione negativa (-0,6%) e le indagini qualitative anticipano ulteriori ribassi dell’attività. Secondo i direttori d’acquisto, sono diminuiti gli ordini ricevuti dalle imprese industriali: l’indice della relativa componente del PMI manifatturiero per l’Italia è stato pari in giugno a 44,6 da 44,8, in area di contrazione per il tredicesimo mese consecutivo (50=soglia neutrale), anche per effetto della diminuzione della domanda estera (a 46,7 da 47,4). La dinamica negativa dell’attività industriale, già penalizzata da una domanda interna molto  debole, è accentuata negli ultimi mesi da un contesto globale in rallentamento che frena le esportazioni italiane.

close
Iscrivendoti alla newsletter riceverai GRATIS l'ebook su come difendersi dalle fake news!

Commenti

commenti

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: mariaianniciello@culturaeculture.it

Commenta

shares