Julianne Moore è “The English Teacher”, la recensione del film

the-english-teacher-locandina-italiana-clip-e-foto-della-commedia-romantica-con-julianne-mooreDa “L’attimo fuggente” a “Un sogno per domani”, da “Io speriamo che me la cavo” a “Il rosso e il blu”, il ruolo dell’insegnante e della scuola è stato protagonista di molti film, sia drammatici sia comici. Sicuramente “L’attimo fuggente” è la pellicola che più di tutte ha lasciato un segno indelebile nella memoria collettiva proprio per la lezione di vita che ci ha dato. L’8 maggio al Cinema è uscito “The English Teacher” con Julianne Moore nel ruolo della protagonista, la signorina Linda Sinclair, un’insegnante di letteratura inglese, ultra quarantenne, single, anzi “zitella”, e vecchio stampo, un po’ romantica e con la passione per i libri e l’arte in generale. Questo film, più che focalizzarsi sulla Scuola e sull’Arte, si concentra sulle vicissitudini di Linda. Julianne Moore è perfetta, con una carica espressiva sempre appropriata. L’attrice sa essere ironica, acida, sarcastica e sognatrice al momento giusto. Linda è una donna che non riesce a vivere fuori dagli schemi e quando prova a uscirne ecco che il gioco delle parti non regge più. A smontare pezzo per pezzo la vita della professoressa Sinclair ci pensa un ex alunno, Jason Sherwood (Michael Angarano), che ha studiato per diventare sceneggiatore a New York, dove però non è riuscito a sfondare. Nel cassetto Jason ha una nuova sceneggiatura, La crisalide. Il testo piace a Linda che fa di tutto per farlo rappresentare nella sua scuola, scontrandosi più volte con il padre di Jason, l’affascinante Tom Sherwood (Greg Kinnear). Ma, quando la professoressa Sinclair ha un rapporto occasionale sulla scrivania della sua aula con il giovane sceneggiatore, tutto cambia per Linda, che rischia di perdere così il lavoro, sul quale ha investito la sua esistenza. Ma, come si suol dire, non tutto il male vien per nuocere! La commedia “The English Teacher”, diretta da Craig Zisk, è gradevole, mai eccessiva anche grazie all’interpretazione di una straordinaria Julianne Moore che ama il suo lavoro, come ha dichiarato di recente a D di Repubblica. Per lei, infatti, recitare è uno dei tanti modi per conoscersi!

 

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Fondatrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica, presieduto da Raffaele Morelli. Su Cultura & Culture si occupa di benessere e naturopatia con un occhio sempre attento alla cultura. Pratica l'aromaterapia sia in gruppo che individualmente e fa consulti naturopatici.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI