La mia vita senza IPhone: vantaggi e svantaggi. Disintossicazione Ok!
19 giugno 2017
Maria Ianniciello (1195 articles)
Share

La mia vita senza IPhone: vantaggi e svantaggi. Disintossicazione Ok!

Ed eccomi qui, ci sono riuscita: mi sono disintossicata! Questi quindici giorni senza iPhone (posso chiamarlo così e non più Innominato perché non ho alcuna tentazione ormai) stanno per finire. E` stata un’esperienza molto particolare che mi ha fatto riprendere il contatto con una parte di me. L’attivismo e l’energia ritrovata spero che durino. Essere riuscita a portare avanti questo esperimento e a completarlo ha certamente rinvigorito la mia autostima tanto da indurmi a intraprendere nuovi progetti, dopo questo.

Ho tratto vantaggio da un momento di svantaggio (lo schermo dell’iPhone mi è costato 100 euro) e tutto ciò mi ha dato ulteriore fiducia, perché mi sono resa ancor più conto – portando nella pratica quanto sto studiando in Naturopatia – che le cose ci capitano con o senza il nostro volere però ciò che fa la differenza è come reagiamo. Vale per le piccole come per le grandi cose.

Le lamentele, pur avendo una loro utilità (ci aiutano a prendere consapevolezza di ciò che non funziona nella nostra Vita) se protratte nel tempo sono molto nocive. Ci fanno cadere in un baratro senza fine che si chiama depressione. Ebbene, sono stati quindici giorni lunghi che ricorderò con particolare interesse ed un pizzico di nostalgia; mi auguro di riuscire a riprendere questo esperimento fra qualche tempo ma non voglio aggiungere altro per scaramanzia.

La mia vita senza iPhone, i vantaggi

Quali sono i vantaggi di trascorrere qualche giorno (da una settimana a quindici giorni) senza iPhone o Smartphone? Vi faccio un elenco.

  1. Fare nuove esperienze;
  2. Contattare le persone care con i mezzi più tradizionali (telefonate e sms), senza ricorrere a WhatsApp e ai social; sentire la loro voce è molto piacevole;
  3. Più osservazione e maggiori capacità di ascolto di sé e degli altri;
  4. Rinvigorimento della memoria (ebbene sì, mi sento più energica mentalmente) e più tempo a disposizione;
  5. Riuscire a fare una cosa per volta;
  6. Più vita sociale; 

La mia vita senza iPhone, gli svantaggi

Secondo Weekend – Questo fine settimana ne ho sentito la mancanza molto di più che gli altri giorni perché sono stata a Roma e quindi avevo la necessità di comunicare velocemente con i miei genitori. Inoltre non sono riuscita a vedere le pagelle dei miei nipoti che mia cognata aveva inviato su WhatsApp nel gruppo di famiglia. Devo ammettere che nell’arco delle due settimane mio marito si è collegato due volte con i mio cellulare per vedere se erano arrivati messaggi importanti. Ormai si comunica così e quindi le persone si sono disabituate a chiamarti. Inoltre mi sono sentita un pochino esclusa dalla vita familiare e non ho sentito le amiche di sempre. Insomma l’iPhone ha la sua validità però deve essere utilizzato con criterio perché si rischia di creare una vera e propria dipendenza. E allora quale sarà il mio nuovo atteggiamento?

©Fotolia

La mia vita con l’iPhone, è conto alla rovescia

Domani mattina accenderò l’iPhone. So che quest’esperienza non può rimanere un’iniziativa sociale fine a se stessa. Userò quel dispositivo – che in passato avevo sempre tra le mani – nei momenti opportuni, ritagliandomi degli spazi e connettendomi solo quando avverto un reale bisogno. E` una promessa che voglio mantenere. Nei prossimi giorni vi aggiornerò per farvi sapere come sta andando la mia vita con l’iPhone. A presto 😉

PRIMA SETTIMANA

SECONDA SETTIMANA

Maria Ianniciello

Maria Ianniciello

Direttore responsabile e coeditrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Presenta spettacoli vari (sfilate e concerti) e modera convegni. Su Cultura & Culture, oltre a occuparsi di libri, attualità e arte, è responsabile della sezione Cinema.

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.