Il film su Yara Gambirasio

Yara aveva 13 anni quando fu uccisa la sera del 26 novembre 2010. Della ragazzina – che si era recata in palestra dove faceva ginnastica artistica – si persero le tracce. Il corpo fu ritrovato un anno e due mesi dopo a Chignolo d’Isola, che dista dieci chilometri da Brembate di Sopra, il paese della ragazza. Il caso di Yara attirò l’attenzione dei media sia della provincia di Bergamo che nazionali.

Leggi tutto

La ragazza più fortunata del mondo: recensione del film

Ha lo stile e la struttura di un film più leggero: la voce fuori campo, il contesto in cui è ambientata la storia, gli outfit della protagonista, il ritmo non lento. E invece, proprio come Una donna promettente (2020), la pellicola di Netflix è complessa e ricca di risvolti drammatici perché il regista Mike Barker, attraverso una vicenda individuale, è come se ripercorresse le strade che hanno portato le donne ad emanciparsi tra immani difficoltà, violenze fisiche e psicologiche subite, sensi di colpa, periodi di ribellione allo status quo.

Leggi tutto

Virgin River: recensione della terza stagione

Dopo aver lasciato Jack (Martin Henderson) in condizioni critiche nell’ultimo episodio al cardiopalma della seconda stagione, scopriamo che il protagonista maschile è ancora vivo ma non ricorda chi lo ha sparato e quindi, tra vuoti di memoria e momenti romantici con la sua Melinda (Alexandra Breckenridge), Jack cerca il suo carnefice, mentre la sorella avvocatessa fa la propria comparsa sulla scena. Intanto Mel continua a desiderare una gravidanza.

Leggi tutto

Virgin River 2 e quel finale al cardiopalma. Qui recensione

Mi scusino il lettore e la lettrice per lo spoiler ma non si può scrivere una recensione della seconda stagione di una serie tv come ‘Virgin River’ senza entrare almeno un po’ nei dettagli della trama che si infittisce a poco a poco, andando avanti con gli episodi. Quindi, se non hai visto la prima stagione (trovi la recensione senza spoiler qui) non leggere questo articolo.

Leggi tutto

Noi siamo tutto: recensione e trama del film

Affetta da una malattia rara, Madeline (Amandla Stenberg) ha trascorso i suoi 17 anni in uno spazio confortevole, con un arredamento minimalista, e dei software che le consentono di fare in maniera virtuale esperienze reali che i suoi coetanei sani invece fanno con tutto il corpo usando ogni senso, non solo la vista.

Leggi tutto