Libri: recensioni & interviste

Tomaso Montanari spiega l’Arte ai bambini

Alfabeto figurativoMi sono sempre chiesta come si può spiegare l’Arte ai bambini. Qual è il linguaggio da adottare e come interagire con loro? Il mondo della storia dell’Arte è complesso e molto affascinante. Dietro un dipinto, come per esempio la Gioconda di Leonardo, ci sono molteplici implicazioni; l’artista è condizionato dalle emozioni, dal suo vissuto e soprattutto dal contesto storico, sociale e culturale in cui lavora, ma anche dall’esperienza e dagli insegnamenti dei suoi predecessori. Tomaso Montanari insegna all’Università Federico II di Napoli, scrive per il Fatto Quotidiano e per il Corriere della Sera ed è autore di diversi libri, fra cui anche “Alfabeto Figurativo. Trenta opere d’arte lette ai più piccoli”, edito da Skira per la collana Kids. Nella pubblicazione Montanari spiega l’Arte, in particolare trenta opere, ai bambini con un linguaggio semplice e quindi accessibile. Sculture e dipinti, come per esempio il Bacco di Michelangelo, sono qui illustrati con passione e vivacità. Il libro sarà presentato nel corso di un incontro rivolto ai bambini e ai genitori, in programma a Milano, al Museo dei Bambini (MUBA), il 12 maggio alle 17.30. Alla presentazione parteciperà Tullio Pericoli, il famoso illustratore. Montanari proietterà alcune immagini.

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Ho una laurea in Lettere e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline, curo dal 2008 il portale www.culturaeculture.it, da me fondato. In Cultura & Culture dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per questo lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione.

Lascia un commento

shares