Naima Montemiletti
Libri: recensioni & interviste

Da Napoli all’Irpinia e al Sannio per amore della poesia. Ecco Casa Naima

culturaeculture.it è un blog indipendente. Offrici un caffè. Grazie.

C’è chi vive per lavorare, spesso suo malgrado, e c’è chi decide di lavorare per vivere. Spesso sono i luoghi che ci dicono come condurre la nostra vita, quale ritmo scegliere, che andatura seguire. Spazi che limitano, che tolgono il respiro, oppure spazi che allargano i nostri polmoni. E’ tutta una questione di percezione e sensazione; non è naturale, certo, essere sempre attivi. I momenti attivi vanno alternati con momenti contemplativi, in natura non è sempre giorno e non è sempre notte. E così dovrebbe essere per gli umani. Invece le aree metropolitane sempre più spesso sono asfissianti.

La storia che sto per raccontarti parte da Napoli, precisamente da Pomigliano d’Arco, e arriva in Irpinia, a Montemiletto (Avellino) e nel Sannio. Due persone, un marito e una moglie, che scelgono di cambiare lavoro e la loro quotidianità, molto schiacciante, per mettere in primo piano le loro passioni nell’ambito culturale. Si chiamano Flavia Peluso e Domenico Cosentino. E’ il 2019 quando la coppia decide di lasciare tutto a Napoli, compresi i loro lavori remunerativi, per trasferirsi a Montemiletto dove i due coniugi aprono una libreria, annessa al bistrot Ludovico Van, e l’Associazione Naima. Il 7 maggio 2022 faranno un nuovo salto. A San Giorgio del Sannio (Benevento) inaugureranno un nuovo store che si chiamerà ‘Casa Naima – libri indipendenti e buattelle rivoluzionarie’. Li ho intervistati per saperne di più.

Che cosa rappresenta per voi la cultura e in modo particolare la poesia?

La poesia è per noi un momento di pace in una vita frenetica, sempre in movimento, in una vita in cui succedono cose brutte. La poesia è una bolla in cui proteggerci ed estraniarci quando le cose intorno a noi non vanno come vorremmo. Un momento della giornata che dedichiamo a noi.

Cos’è Naima?

Un posto del cuore, uno spazio in cui troverete libri di case editrici indipendenti, ma anche cartoleria artigianale e cose strane. Dove la mattina potete fare colazione con prodotti a chilometro zero e la sera aperitivi con birre artigianali e vini di produttori locali. Non faremo ristorazione. Abbiamo poche cose preparate con amore e materie prime scelte con cura.

Come mai avete scelto di trasferirvi proprio a Montemiletto? E poi di fare il grande salto a San Giorgio del Sannio?

La vita frenetica, non ci vedevamo quasi mai. A volte capitava che ci salutavamo sull’uscio di casa e basta. Non ci vedevamo per giorni. Non poteva continuare così. Dopo tanti anni di orrore e di corse speriamo di dare una svolta piacevole alla nostra vita insieme. Montemiletto è stato il nostro approdo, il trampolino per poi spiccare il volo. Crediamo che San Giorgio del Sannio sappia accoglierci così come ha fatto all’epoca Montemiletto.

Naima Montemiletto

Avete spesso parlato di lentezza, cioè del fatto che in Irpinia e nel Sannio ci sia ancora spazio per una vita più contemplativa. Ci indicate qualche autore che possa aiutare i lettori a sviluppare questo lato dell’essere umano che è molto importante soprattutto per stare in salute, intesa in maniera olistica. Intendo la capacità di saper osservare e meravigliarsi per ritrovare lo stato di quiete…

L’autore che consigliamo è Alfonso Guida, non è irpino o sannita, ma è al confine, è lucano ma ha scritto un poema sul terremoto dell’Irpinia. E poi ha Pubblicato ‘Conversari’ con la ‘round midnight edizioni’ (Lo trovi qui). Sono poesie contemplative, noi ci abbiamo visto la lentezza della natura, la gioia dei sentimenti, la solitudine ascetica che il poeta vive nella sua quotidianità.

Come sarà la vostra libreria a San Giorgio del Sannio? Quali iniziative organizzerete? Ci sarà spazio anche per tematiche di genere? 

Sarà una libreria multitasking, come piace dire attualmente. Organizzeremo letture divise per le diverse età, laboratori per i più piccoli, reading, apertivi con autori poiché abbiamo anche un piccolo spazio in cui è possibile fare colazione o apertivi con cose che produciamo noi, con prodotti di aziende che sono attente alla terra. Seguiremo le stagioni e le primizie che ci offriranno. Prepareremo centrifugati, ci saranno birre artigianali e vini di aziende vinicole irpine e sannite. Insomma libri e altro. Stiamo anche pensando di fare corsi di yoga e momenti dedicati proprio alla poesia. Le tematiche di genere, poi, ci interessano moltissimo. Ci saranno dei circoli di lettura tematici, femministi, pensati dalle donne per le donne. E a Giugno, il mese del pride, Casa Naima sarà tutta un arcobaleno! Vi invitiamo a tenere d’occhio il nostro programma sulle pagine social.

Qui trovi il programma dell’inaugurazione di Casa Naima a San Giorgio del Sannio, il 7 e l’8 maggio 2022 e tutte le iniziative che saranno organizzate: https://www.facebook.com/casanaimalibriindipendenti.

close

RESTA AGGIORNATO!

ISCRIVITI GRATIS ALLA NEWSLETTER SETTIMANALE GRATUITA SUI LIBRI, SUI FILM, SULLE SERIE TV, SUI DOCUMENTARI

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Maria Ianniciello

Giornalista culturale. Podcaster. Scrivo di cultura dal 2008.
Mi sono laureata in Lettere (vecchio ordinamento) nel 2005, con il massimo dei voti, presso l'Università di Roma Tor Vergata, discutendo una tesi in Storia contemporanea sulla Guerra del Vietnam vista dalla stampa cattolica italiana.
Ho lavorato in redazioni e uffici stampa dell'Irpinia e del Sannio.
Nel 2008 ho creato il portale culturaeculture.it, dove tuttora mi occupo di libri, film, serie tv e documentari con uno sguardo attento alle pari opportunità e ai temi sociali.
Nel 2010 ho pubblicato un romanzo giovanile (scritto quando avevo 16 anni) sulla guerra del Vietnam dal titolo 'Conflitti'.
Amo la Psicologia (disciplina molto importante e utile per una recensionista di romanzi, film e serie tv).
Ho studiato presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica il linguaggio del corpo mediante la Psicosomatica, diplomandomi nel 2018 in Naturopatia.
Amo la natura, gli animali...le piante, la montagna, il mare.
Cosa aggiungere? Sono sposata con Carmine e sono mamma del piccolo Emanuele

Lascia un commento