culturaeculture non ha pubblicità da maggio 2020. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Dona ora!

Libri: recensioni & interviste

MAFIA DA LEGARE

IN LIBRERIA

Totò Riina

«È pazzo», disse Riina (nella foto) di Filippo Marchese per giustificare la sua eliminazione. Perché un pazzo è inaffidabile, fuori controllo e, soprattutto, essere matti è un’onta. Eppure Riina stesso ha chiesto la perizia psichiatrica per sospendere i processi. Da anni Cosa Nostra si appella all’incapacità di intendere e volere, avvallata da medici di comodo per scampare il giudizio e il 41 bis. Ma fra tanti impostori non mancano sadici veri, inclini alla tortura e all’omicidio per piacere. Follia per screditare, come scappatoia o reale sete di sangue: questi sono i tre campi di indagine della prima inchiesta che dimostra come da tempo Cosa nostra abbia insabbiato anche il codice d’onore.

Questo e altro ancora nel libro “Mafia da Negare”, edito da Sperling & Kupfer che uscirà il 29 gennaio 2013 ed è stato scritto da Corrado De Rosa e Laura Galesi.

Corrado De Rosa (Napoli, 1975) è psichiatra. Ha scritto I medici della camorra (Castelvecchi, 2011) ed è tra gli autori di Strozzateci tutti (Aliberti, 2010) e Novantadue. L’anno che cambiò l’Italia (Castelvecchi, 2012).

Laura Galesi (Niscemi, 1978) è giornalista. Si occupa di immigrazione, economia e antimafia per Narcomafie e Left. Ha collaborato con Il Sole 24 Ore e Micromega. Ha scritto Voi li chiamate clandestini (Manifestolibri, 2010) ed è tra gli autori di Novantadue. L’anno che cambiò l’Italia (Castelvecchi, 2012) e Le mani della criminalità sulle imprese (Aliberti, 2012).

close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha pubblicità da maggio 2020. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Dona ora!

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: mariaianniciello@culturaeculture.it

Lascia un commento

shares