Libri: recensioni & interviste

Arriva il libro per donne sull’orlo di una crisi di nervi

Casa Delirio coverQuando noi donne siamo stressate (consentitemi di utilizzare questo termine) per le troppe cose da fare e per la quotidianità che a volte ci soccombe, vorremmo solo che qualcuno ci capisse e ci dicesse: «Non ti preoccupare sta andando tutto bene, tranquilla. Sei eccezionale. Puoi realizzare grandi cose». Oppure, se siamo mamme e casalinghe, ci basterebbe solo un grazie per i salti mortali che troppe volte facciamo. Vorremmo dall’esterno quello che non riusciamo a dare a noi stesse: l’Amore. La verità è che spesso siamo troppo concentrate sugli altri e poco su di noi. Vorremmo quella comprensione altrui che il nostro cuore non riesce a darci. Siamo severe. A volte, però, basta un libro o una frase di un’amica per farci sentire meno sole e quindi comprese.

Dalila Bonelli è una giovane mamma e moglie che sogna di essere la prima donna a dirigere gli scavi di un sito archeologico in India. Sul suo blog “Donna Delirio” racconta le sue peripezie quotidiane tra pannolini, spesa e lavatrici con ironia. La casa editrice Giunti ha fatto dei suoi divertenti post un libro dal titolo appunto “Casa Delirio. Diario di una donna completamente imperfetta”, che sarà sugli scaffali delle librerie dal 12 febbraio 2014. Le illustrazioni sono di Gaia Miacola.

Nel libro, che è in realtà un diario, Danila narra quelle situazioni quotidiane che certamente capitano a ogni donna. Quei tentativi mal riusciti di gestire e fare le cose alla perfezione; spesso, ahimè, il meccanismo si inceppa e quindi per non  crollare dobbiamo arrenderci con un’alzata di spalle. Perché chi vuole ambire alla perfezione rischia una morte precoce. Non si può far tutto e bene, quindi meglio sdrammatizzare con una bella risata, perché nulla è importante se non il nostro benessere e quello delle nostre famiglie. Donne, cominciate a divertirvi!

Per info su Dalila Bonelli: donnadelirio.blogspot.it

Maria Ianniciello

 

close

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Mi occupo di critica cinematografica, libri ed emancipazione femminile. Ho una laurea in Lettere (vecchio ordinamento), conseguita con il massimo dei voti nei tempi, e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline (ho diretto anche un magazine locale per due anni circa), curo dal 2008 www.culturaeculture.it, da me fondato. In culturaeculture.it dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per il mio lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità in tutte le sue sfaccettature. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione e formazione. Amo studiare e formarmi. Ah! Dimenticavo! Ho scritto un romanzo quando avevo sedici anni che ho pubblicato nel 2010.

Commenta

shares