Senza categoria

Survivor: trama, recensione e trailer

survivorSurvivor: superstite. Sopravvissuto. Questo il titolo, tradotto in italiano, del film uscito il 21 maggio 2015 nelle sale cinematografiche. Survivor, con il suo cast di attori del calibro di Pierce Brosnan, Emma Thompson e la splendida attrice ucraina Milla Jovovich, è diretto da James McTeigue che gira un prodotto discreto, con un unico filo conduttore: difendere l’amata Patria, gli Stati Uniti, dal terrorismo internazionale. Molti dei sopravvissuti all’attentato delle Torri Gemelle hanno ormai rimosso, almeno consciamente, quanto accadde l’11 settembre e quindi sono poco attenti e vigili. Tutti, tranne pochi e geniali elementi. Tra questi c’è una donna. Milla Jovovich veste i panni di una talentuosa impiegata dell’Ambasciata statunitense a Londra, che con destrezza e intuito è capace di scovare i terroristi che si apprestano a entrare in America. E anche questa volta la protagonista di Survivor, che parla correttamente diverse lingue, non sbaglia. Si ritrova però suo malgrado coinvolta in un attentato e, proprio in quel momento, si dà alla fuga. Seguita dalla polizia londinese e braccata dai suoi stessi colleghi dell’Ambasciata, la geniale Kate Abbot è stata presa di mira da un killer, assoldato da un gruppo di terroristi che sta progettando un attentato a Time Square. L’antagonista si fa chiamare l’orologiaio ed è un criminale freddo e senza alcuna pietà che per soldi vende l’anima al diavolo. Interpretato con estrema eleganza dall’ex James Bond, Pierce Brosnan, questo personaggio rappresenta la feccia della società che, sotto la parvenza di uomo perbene, commette le azioni più ignobili. In Survivor il male si scontra con il bene, impersonato da una donna, che è portatrice di buoni ideali e che, per proteggere i suoi compatrioti, è disposta a tutto. La cultura occidentale può essere salvata ora non solo da un personaggio femminile ma dai singoli che possono, se vogliono, scuotere le masse. Survivor, con le sue scene troppo spettacolari da sembrare esagerate, nulla aggiunge al già saturo cinema d’azione. Peccato, perché l’idea dopotutto era buona!

Voto: 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Trailer Survivor

 

Il nostro voto
Vota anche tu il film (se lo hai visto)
[Total: 0 Average: 0]
close
Iscrivendoti alla newsletter riceverai GRATIS l'ebook su come difendersi dalle fake news!

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Giornalista culturale. Podcaster. Scrivo di cultura dal 2008. Mi sono laureata in Lettere (vecchio ordinamento) nel 2005, con il massimo dei voti, presso l'Università di Roma Tor Vergata, discutendo una tesi in Storia contemporanea sulla Guerra del Vietnam vista dalla stampa cattolica italiana. Ho lavorato in redazioni e uffici stampa dell'Irpinia e del Sannio. Nel 2008 ho creato il portale culturaeculture.it, dove tuttora mi occupo di libri, film, serie tv e documentari con uno sguardo attento alle pari opportunità e ai temi sociali. Nel 2010 ho pubblicato un romanzo giovanile (scritto quando avevo 16 anni) sulla guerra del Vietnam dal titolo 'Conflitti'. Amo la Psicologia (disciplina molto importante e utile per una recensionista di romanzi, film e serie tv). Ho studiato presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica il linguaggio del corpo mediante la Psicosomatica, diplomandomi nel 2018 in Naturopatia. Amo la natura, gli animali...le piante, la montagna, il mare. Cosa aggiungere? Sono sposata con Carmine e sono mamma del piccolo Emanuele

Commenta