Di tutto un po'

Irpinia, la Valle Ufita protesta contro gli accumulatori di energia

valle ufitaIn Irpinia è protesta per la costruzione di un sistema di accumulo per l’energia elettrica in località Valle Ufita, che è sede di stabilimenti industriali e al contempo è anche una fertile zona agricola. Gli abitanti della Valle sono sul piede di guerra e promettono una dura battaglia; nel frattempo sono stati informati i cittadini del comprensorio con manifesti e locandine, nei quali si legge: «Cari cittadini, in Valle Ufita sono in corso i lavori per la realizzazione di un sistema di accumulo di energia elettrica con batterie sodio-zolfo della potenza complessiva di 12 MW», ottenuta con 89.600 celle collegate tra loro. Gli autori della campagna ritengono che l’area vada difesa, perché, c’è scritto nel volantino, «questo progetto non solo non porterà benefici ma desta moltissime preoccupazioni dovute alla crescita esponenziale di gravi malattie che già hanno colpito tanti tra i nostri giovani». L’impianto è sperimentale e unico in Europa. Gli irpini sono preoccupati non solo per le patalogie che gli accumulatori potrebbero causare, ma anche per eventuali incidenti: «Se ne sono verificati tre in pochi anni in varie zone del mondo», dicono. Gli obiettivi prefissati dalla campagna sono dunque: sensibilizzare l’opinione pubblica locale per lasciare ai posteri una terra migliore. Sono in programma anche manifestazioni di protesta e inoltre sui social, in particolare su facebook, sono nati diversi gruppi e alcune pagine di discussione.

close
Iscrivendoti alla newsletter riceverai GRATIS l'ebook su come difendersi dalle fake news!

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Giornalista culturale. Podcaster. Scrivo di cultura dal 2008. Mi sono laureata in Lettere (vecchio ordinamento) nel 2005, con il massimo dei voti, presso l'Università di Roma Tor Vergata, discutendo una tesi in Storia contemporanea sulla Guerra del Vietnam vista dalla stampa cattolica italiana. Ho lavorato in redazioni e uffici stampa dell'Irpinia e del Sannio. Nel 2008 ho creato il portale culturaeculture.it, dove tuttora mi occupo di libri, film, serie tv e documentari con uno sguardo attento alle pari opportunità e ai temi sociali. Nel 2010 ho pubblicato un romanzo giovanile (scritto quando avevo 16 anni) sulla guerra del Vietnam dal titolo 'Conflitti'. Amo la Psicologia (disciplina molto importante e utile per una recensionista di romanzi, film e serie tv). Ho studiato presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica il linguaggio del corpo mediante la Psicosomatica, diplomandomi nel 2018 in Naturopatia. Amo la natura, gli animali...le piante, la montagna, il mare. Cosa aggiungere? Sono sposata con Carmine e sono mamma del piccolo Emanuele

Commenta