Festa della Mamma: ecco i sette film da non perdere

Si avvicina la Festa della Mamma e, per l’occasione, vogliamo soffermarci sui  film da non perdere per riscoprire l’essenza stessa della maternità sotto una luce nuova e diversa. La single per antonomasia è sicuramente Bridget Jones che, nel terzo film della famosa serie, esce dalla “zitellitudine” e diventa mamma. Il rapporto madre e figli è sempre stato al centro della Settima Arte. Vittorio De Sica affidò a una straordinaria Sophia Loren il ruolo de La Ciociara. La pellicola, tratta dall’omonimo libro di Alberto Moravia, commosse la critica e la Loren, madre coraggio e donna umiliata nel film, ricevette il Premio Oscar.

Festa della Mamma film

Non solo De Sica anche Luchino Visconti si occupò egregiamente della maternità vista in un’ottica molto moderna. Lo fece nel 1951 con il film Bellissima. Anna Magnani, con lo sguardo stravolto, protesse la figlia, che aveva un futuro come attrice: «E va be, e come la volete la ragazzina coi capelli ricci o coi capelli tesi (…) Non vi siete divertiti abbastanza, tutti (…) Non l’ho messa al mondo per far divertì nessuno, io (…) Andate via da qua (…) Cacciali via, Spartaco, cacciali via da qua». Un monologo straordinario, da brividi!

Festa della Mamma film

Mamme, dunque, coraggiose ma anche mamme eternamente ragazzine, come la Linda Brummel di Meryl Streep in Com’eravamo rimasti. L’attrice americana ha dato volto a donne diverse eppure così simili nelle loro fragilità e aspettative, dalla casalinga di una cittadina dello Stato dell’Iowa (in I ponti di Madison County, foto in alto) alla cinica Miranda Priestly, mamma in carriera ne Il Diavolo veste Prada. Ciascuna a suo modo, perché non esiste un’unica sfaccettatura della maternità.

Festa della Mamma film

Uscendo dagli stereotipi il Cinema ha sempre voluto dare una visione, seppur parziale, estremamente contemporanea dell’essere mamme, perché il rapporto con la Mamma è alla base della Vita stessa. Ci sono, tuttavia, madri che si identificano troppo in questo ruolo dimenticando tante volte la donna che reclama pure lei delle attenzioni, come il personaggio di Ambra Angiolini nel film, che è tratto da una storia vera, La verità, vi spiego, sull’Amore. Insomma, il Cinema in occasione della Festa della Mamma ci imbarazza, quasi, per la scelta perché i film da poter vedere sono innumerevoli.

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Maria Ianniciello

Giornalista culturale. Podcaster. Scrivo di cultura dal 2008. Mi sono laureata in Lettere (vecchio ordinamento) nel 2005, con il massimo dei voti, presso l'Università di Roma Tor Vergata, discutendo una tesi in Storia contemporanea sulla Guerra del Vietnam vista dalla stampa cattolica italiana. Ho lavorato in redazioni e uffici stampa dell'Irpinia e del Sannio. Nel 2008 ho creato il portale culturaeculture.it, dove tuttora mi occupo di libri, film, serie tv e documentari con uno sguardo attento alle pari opportunità e ai temi sociali. Nel 2010 ho pubblicato un romanzo giovanile (scritto quando avevo 16 anni) sulla guerra del Vietnam dal titolo 'Conflitti'. Amo la Psicologia (disciplina molto importante e utile per una recensionista di romanzi, film e serie tv). Ho studiato presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica il linguaggio del corpo mediante la Psicosomatica, diplomandomi nel 2018 in Naturopatia. Amo la natura, gli animali...le piante, la montagna, il mare. Cosa aggiungere? Sono sposata con Carmine e sono mamma del piccolo Emanuele

Lascia un commento