Di tutto un po'

BERLUSCONI: «LO SPREAD È UN IMBROGLIO»

Immagine da video

«Lo spread è un imbroglio». Lo ha ribadito Silvio Berlusconi nel corso dell’intervista andata in onda a “Pomeriggio Cinque” ricostruendo il momento del suo “passo indietro” nel novembre 2011 in seguito all’innalzamento del differenziale tra Btp e Bund tedeschi. «Abbiamo fatto tantissime riforme in ogni ambito ma non siamo riusciti nel taglio degli impiegati pubblici, nella semplificazione della burocrazia e della riforma fiscale. Mi scuso con gli italiani ma non c’erano gli strumenti per attuare tali riforme. Ora è importante che gli elettori non restino confinati nel non voto e vadano alle urne per garantire la maggioranza a chi governerà».

L’ex Premier presenta in linea di massima quello che sarà il suo programma elettorale, facendo dell’abolizione dell’Imu e della riforma della giustizia i suoi cavalli di battaglia. Ma precisa: «È doverosa una premessa. Prima di poter cambiare il Paese, c’è bisogno di due cose, della maggioranza in parlamento e della riforma della Costituzione che, allo stato attuale, rende l’Italia ingovernabile. Solo con un cambiamento istituzionale sarà possibile far uscire il Paese dalla situazione in cui è al momento».

Infine, il Cavaliere si rivolge alle donne: «Le ringrazio perché tengono insieme la famiglia e l’Italia. Non hanno le stesse possibilità lavorative degli uomini, solo il 51 per cento ha un impiego contro la media europea del 67 per cento, e oltre al peso del lavoro devono portare anche quello dell’essere spose e madri. Sono più meritevoli e responsabili degli uomini, arrivano prima al nocciolo della questione, per questo il mio precedente governo era formato da tante donne. Difenderle e difendere la famiglia sarà una delle prime cose che farò se sarò eletto».

Carla Cesinali

close
Iscrivendoti alla newsletter riceverai GRATIS l'ebook su come difendersi dalle fake news!

Commenti

commenti

Carla Cesinali

Carla Cesinali su Cultura & Culture si occupa di politica, di spettacoli, di arte.

Commenta