culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Di tutto un po'

AUTO: LINEE GUIDA PER L’ACQUISTO DELL’USATO

© Scanrail – Fotolia.com

In un momento di crisi come quello attuale, in cui le famiglie stentano ad arrivare a fine mese e i consumi si riducono drasticamente, anche il mercato dell’auto ne risente, con un crollo vertiginoso delle vendite. Ma se ciò è vero per il nuovo, lo è in percentuale minore per le auto usate che, come sottolinea Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, rappresentano «un’alternativa concreta e molto vantaggiosa per chi è interessato all’acquisto di un’auto nell’attuale momento di crisi». Attenzione, però, alle fregature. È necessario, infatti, che «siano garantite le tutele previste dal Codice del Consumo e l’acquirente sia ben consapevole della necessità degli interventi di manutenzione straordinaria che l’età del veicolo e le percorrenze richiedono». Dona annuncia inoltre la redazione di un apposito standard di riferimento per regolare il rapporto tra consumatori e venditori di auto.

«Il nuovo standard, denominato ‘Autofutura’ – spiega Raffaele Caracciolo, esperto di automotive dell’Unc – mira a rendere più trasparente il mercato, proteggendo sia chi compra sia chi vende una vettura usata; il numero dei contenziosi del settore, infatti, è in netto aumento proprio a causa di scorrette interpretazioni del Codice del Consumo che ci auguriamo le nuove linee guida possano chiarire».

Risparmiare è importante ma anche portare a casa prodotti di qualità che soddisfino le esigenze dei consumatori. «Grazie a queste linee guida -conclude Dona- la scelta di un’auto usata diventa un atto più consapevole da parte del consumatore e crediamo possa collaborare a rilanciare il mercato dell’usato, gestito da professionisti che potranno trasformare l’obbligo di tutela dell’acquirente imposto dal Codice del Consumo in un formidabile strumento competitivo».

close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: mariaianniciello@culturaeculture.it

Lascia un commento

shares