Slamp: alla velocità della luce
13 marzo 2013
Ada Faretra (12 articles)
Share

Slamp: alla velocità della luce

“Un atelier creativo che fa dialogare grandi maestri e una squadra giovane affascinata dal futuro, alimentata da sogni, progetti e passione”.

Roberto Ziliani (CEO)

veli

tenenis_salone_2012_001 (1)E’ da qualche anno che la tendenza in atto nelle architetture domestiche è sempre più quella di ricreare un mood caldo e accogliente rifacendosi agli arketipi del mondo organico: In questa direzione si pone il progetto creativo che Roberto Ziliani sta sviluppando con la ditta di illuminazione SLAMP.  I valori di organicità, integrati con l’utilizzo di materiali innovativi, arricchiscono di mistero ed originalità il design di SLAMP i cui prodotti si inseriscono perfettamente all’interno di un linguaggio contemporaneo e sostenibile. Uno dei prodotti che definisce al meglio il senso dell’intera produzione SLAMP  è senza dubbio la linea di lampade Veli ideata da Adriano Rachele che nel 2011 viene decretata vincitrice del Red Dot Design Award. Queste lampade dal design naturale sono realizzate in Opalflex un esclusivo materiale brevettato e riciclabile ottenuto tramite una miscela di polimeri e cristalli di vetro. Questa lavorazione dona alle creazioni Slamp la luminosità del vetro, garantendogli allo stesso tempo infrangibilità e versatilità. Le gradazioni di colore, ottenute mediante la serigrafia, caratterizzano le lampade come vere e proprie presenze luminose che creano un’atmosfera inconfondibile all’interno degli spazi architettonici. Il successo della linea Veli ottenuto nell’anno 2011 ha portato SLAMP a presentare già nell’anno successivo un’edizione speciale della lampada realizzata con un materiale hi-tech e innovativo: il Lentiflex. Prosegue la narrativa di SLAMP attraverso la presentazione di Veli Prisma, la plafoniera/applique con attacco magnetico disegnata da Adriano Rachele interamente realizzata in Lentiflex. Il nuovo materiale brevettato ha tante facce come un diamante ed in ognuna di esse si riesce a catturare qualche dettaglio nascosto trasferendo ai singoli prodotti un nuovo carattere di mistero, sorpresa, fascino ed eleganza. Questo dinamismo e voglia di innovazione ha portato altri riconoscimenti nell’anno in corso con il secondo posto di VELI nel contest Leuchte des Jahres 2013 e la selezione di Slamp da parte dell’ADI (Associazione per il Disegno Industriale) per partecipare al nuovo ciclo di incontri IMPRESA DOCET 2012/13. All’edizione 2013 di Euroluce, l’azienda di illuminazione decorativa SLAMP raggiungerà l’importante traguardo dei 20 anni di attività. Una storia fatta di persone, decisioni importanti, e di un investimento continuo nelle idee più creative sempre con lo sguardo aperto, perché, come dice il suo titolare Roberto Ziliani «per noi l’opportunità è il mondo».

 

Ada Faretra

Scopri chi è Ada Faretra: http://www.culturaeculture.it/author/ada-faretra

Ada Faretra

Ada Faretra

Si laurea in Architettura a Firenze nel 2004 discutendo una tesi in restauro architettonico dal titolo “PALAZZO PITTI A FIRENZE. IL CORTILE GRANDE ANALISI E CONSERVAZIONE”. Dal 2004 al 2009, in collaborazione con la SBAA di Firenze e con la Meridiana Restauri, riceve l’incarico di monitorare i lavori di restauro sulle facciate della chiesa di Santa Croce e di Palazzo Pitti a Firenze. Nel 2009, per conto dell’opera del Duomo di Firenze esegue il rilievo della porta della Mandorla sulla facciata laterale di Santa Maria del Fiore. Partecipa al progetto MAP con la catalogazione dei beni artistici degli Uffizi di Firenze al fine di redigere un database per gli interventi di emergenza dei VV FF. Dal 2006 al 2010 è stata Presidente di categoria del settore Arredo della Confartigianato di Firenze e membro delle giunte “Giovani Imprenditori” e “Senior” della stessa associazione. Attualmente risiede e lavora ad Ariano Irpino svolgendo la libera professione nel campo della progettazione architettonica e di interni.

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.