IL VIAGGIO DEL POPOLO AMERICANO
7 novembre 2012
Maria Ianniciello (1258 articles)
Share

IL VIAGGIO DEL POPOLO AMERICANO

© kropic – Fotolia.com

LEGGI LO SPECIALE, OBAMA IL MEGLIO DEVE ANCORA VENIRE

Questa notte è stata intensa nelle redazioni dei giornali e dei media mondiali, quindi anche in quella di culturaeculture.it che, per via della sua linea editoriale, ha deciso di dare molto spazio alle elezioni con uno speciale in continuo aggiornamento. Nel corso di questi mesi Piera Vincenti si è occupata della campagna elettorale statunitense con professionalità e dedizione, cercando di fare approfondimento giornalistico.

Quindi, ringrazio colei che mi ha affiancato in questo tour de force. Detto questo, venendo alla notizia del giorno, cioè al rinnovo del mandato di Barack Obama, mi preme fare alcune considerazioni.

L’America continuerà a essere il futuro, oltre che il presente, e non solo per i discorsi di Obama e Romney, che potrebbero anche essere definiti di circostanza, ma per la reazione degli americani che sono andati a votare anche questa volta, nonostante la crisi, numerosi. Un Popolo che non ha una coscienza civica e che non partecipa alla vita politica, ma pensa solo al gossip, non potrà mai crescere. Un popolo che scarica le responsabilità sui rappresentanti politici non potrà mai migliorare perché l’azione politica è solo un risultato della forma mentis collettiva. La classe dirigente di una Nazione dove vige la democrazia viene eletta dai cittadini. E dunque, se quei rappresentanti compiono degli errori, il mea culpa dovrebbe sempre essere collettivo; il Popolo dovrebbe in ogni caso vigilare sull’operato dei suoi rappresentanti, senza scendere a compromessi con loro solo per avere dei favori. Perché nel momento in cui cediamo al clientelismo siamo fautori dei problemi collettivi e nuociamo gravemente alle generazioni future.

©ANSA

Obama – ma anche Romney – parla agli insegnanti che devono contribuire alla crescita della Nazione, in modo da dare delle opportunità ai loro figli. La scuola e la formazione al centro di tutto, sempre e comunque negli Stati Uniti. Perché una Nazione istruita potrà solo fare bene. Prendiamo, dunque, tutti come esempio questa lunga notte americana…

Maria Ianniciello

 

Maria Ianniciello

Maria Ianniciello

Direttore responsabile e coeditrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Presenta spettacoli vari (sfilate e concerti) e modera convegni. Su Cultura & Culture, oltre a occuparsi di libri, attualità e arte, è responsabile della sezione Cinema.

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.