Opinioni

BERLUSCONI CONDANNATO A QUATTRO ANNI

© Alexey Klementiev – Fotolia.com

Che c’era qualcosa di strano si era intuito dal suo volto tirato e dall’assenza di quel sorriso che ha infastidito e contemporaneamente ammaliato tante persone, caratterizzando i 18 anni di politica. Aveva deciso di uscire dalla scena pubblica e di ritirarsi a consigliere dei giovani; una scelta che non aveva convinto nessuno e che faceva sospettare che ci fosse un retroscena. Una decisione arrivata all’improvviso tanto che in un nostro pezzo di qualche giorno fa commentando le parole del Cavaliere, avevamo titolato: La Nostalgia Canaglia di Berlusconi, parafrasando quindi quanto detto dall’ex premier su Forza Italia.

E oggi è arrivata la notizia della condanna di Silvio Berlusconi a 4 anni di reclusione per frode fiscale nel processo sull’acquisizione diritti Tv Mediaset. Tre anni condonati per via dell’indulto e 5 anni di interdizione. Una sentenza ancora più dura di quella richiesta dall’accusa.

L’evasione è stata di 17,5 miliardi di lire nel 2000, di 6,6 milioni di euro nel 2001, di 4 milioni nel 2002 e di 2 milioni nel 2003. Oltre a Cavaliere, sono stati condannati il produttore statunitense Frank Agrama a 3 anni e gli ex manager Daniele Lorenzano e Gabriella Galetto, rispettivamente a 3 anni e otto mesi e a un anno e due mesi. Assolto invece il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri. Le altre sei persone finite sotto processo sono state assolte per prescrizione o con formula piena. I giudici hanno disposto un versamento di 10 milioni di euro da parte dei condannati all’Agenzia delle Entrate.

E adesso? Adesso all’Italia non resta che voltare pagina, cercando nelle nuove generazioni un cambiamento che è possibile; basta solo volerlo individuando le persone giuste e collocandole al posto giusto!

Maria Ianniciello

 

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Ho una laurea in Lettere e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline, curo dal 2008 il portale www.culturaeculture.it, da me fondato. In Cultura & Culture dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per questo lavoro (il giornalismo intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione. Oggi mi dedico come giornalista ai libri e al cinema in Cultura & Culture e sul mio canale YouTube (Marica Movie and Books). Curo la rubrica Bimbi al cinema sul blog Ricomincio da quattro di Adriana Fusè.

Lascia un commento

shares