Il lato positivo, la recensione del film in onda su Sky Cinema

Un'immagine del film
Un’immagine del film

In ogni situazione c’è un lato positivo, anche quando le cose si mettono veramente male per noi, anche quando la vita diventa troppo complicata e ogni ostacolo sembra insormontabile, anche quando proviamo un malessere, che ci pervade lasciandoci solo un senso di vuoto. Ma, dopo la tempesta, c’è sempre il sole. No? Dietro le nuvole scure, c’è il sereno.

La Natura è maestra di vita e non mente, né inganna. Ci dà sempre una lezione, nel bene e nel male. Tuttavia a volte noi prendiamo le distanze dalla nostra vera essenza, arroccandoci in sentimenti ed emozioni devastanti. Proprio come fa Pat Solitano (Bradley Cooper), il protagonista del film “Il lato positivo” di David O. Russel, regista anche de “American Hustle”, la pellicola che ha battuto tutti i record, ottenendo per il 2013 ben dieci nominations senza vincere nemmeno un Oscar. Ne “Il lato positivo” David O. Russel entra, dunque, con la macchina da presa negli stati d’animo sopra descritti, mettendo a nudo tutti i personaggi che con i loro schemi mentali e rituali scaramantici (il padre di Pat, interpretato da Robert De Niro, è un valido esempio) vengono così smascherati e inquadrati nei loro momenti di debolezza. Esseri vulnerabili che ritrovano loro stessi solo grazie all’amore.

Pat soffre di bipolarismo e, dopo essersi curato per quattro anni in una clinica psichiatrica, va a vivere con i genitori, ma egli si rifiuta di accettare e metabolizzare quel che gli è successo e decide di fare di tutto per riconquistare la moglie fedifraga, anche partecipare a una gara di ballo con Tiffany (Jennifer Lawrence), una ragazza tanto attraente quanto complessata. Il ballo è disciplina, concentrazione, equilibro. Riuscirà Pat a vincere la prova e a riconquistare la moglie? Lo scoprirete solo guardando il film, in programmazione su Sky Cinema. La pellicola, che ha regalato l’Oscar a Jennifer Lawrence, è uscita nelle sale cinematografiche italiane il 7 marzo 2013 e si colloca nel filone delle commedie sentimentali con originalità, nonostante quel lieto fine forse troppo romantico che però accontenta tutti (o quasi).

 

La programmazione del film su Sky: http://guidatv.sky.it/guidatv/programma/film/commedia/il-lato-positivo_400194.shtm

Il Trailer

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Ho una laurea in Lettere e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline, curo dal 2008 il portale www.culturaeculture.it, da me fondato. In Cultura & Culture dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per questo lavoro (il giornalismo intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione. Oggi mi dedico come giornalista ai libri e al cinema in Cultura & Culture e sul mio canale YouTube (Marica Movie and Books). Curo la rubrica Bimbi al cinema sul blog Ricomincio da quattro di Adriana Fusè.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI