Il lato positivo, la recensione del film in onda su Sky Cinema

Un'immagine del film
Un’immagine del film

In ogni situazione c’è un lato positivo, anche quando le cose si mettono veramente male per noi, anche quando la vita diventa troppo complicata e ogni ostacolo sembra insormontabile, anche quando proviamo un malessere, che ci pervade lasciandoci solo un senso di vuoto. Ma, dopo la tempesta, c’è sempre il sole. No? Dietro le nuvole scure, c’è il sereno.

La Natura è maestra di vita e non mente, né inganna. Ci dà sempre una lezione, nel bene e nel male. Tuttavia a volte noi prendiamo le distanze dalla nostra vera essenza, arroccandoci in sentimenti ed emozioni devastanti. Proprio come fa Pat Solitano (Bradley Cooper), il protagonista del film “Il lato positivo” di David O. Russel, regista anche de “American Hustle”, la pellicola che ha battuto tutti i record, ottenendo per il 2013 ben dieci nominations senza vincere nemmeno un Oscar. Ne “Il lato positivo” David O. Russel entra, dunque, con la macchina da presa negli stati d’animo sopra descritti, mettendo a nudo tutti i personaggi che con i loro schemi mentali e rituali scaramantici (il padre di Pat, interpretato da Robert De Niro, è un valido esempio) vengono così smascherati e inquadrati nei loro momenti di debolezza. Esseri vulnerabili che ritrovano loro stessi solo grazie all’amore.

Pat soffre di bipolarismo e, dopo essersi curato per quattro anni in una clinica psichiatrica, va a vivere con i genitori, ma egli si rifiuta di accettare e metabolizzare quel che gli è successo e decide di fare di tutto per riconquistare la moglie fedifraga, anche partecipare a una gara di ballo con Tiffany (Jennifer Lawrence), una ragazza tanto attraente quanto complessata. Il ballo è disciplina, concentrazione, equilibro. Riuscirà Pat a vincere la prova e a riconquistare la moglie? Lo scoprirete solo guardando il film, in programmazione su Sky Cinema. La pellicola, che ha regalato l’Oscar a Jennifer Lawrence, è uscita nelle sale cinematografiche italiane il 7 marzo 2013 e si colloca nel filone delle commedie sentimentali con originalità, nonostante quel lieto fine forse troppo romantico che però accontenta tutti (o quasi).

 

La programmazione del film su Sky: http://guidatv.sky.it/guidatv/programma/film/commedia/il-lato-positivo_400194.shtm

Il Trailer

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Fondatrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica, presieduto da Raffaele Morelli. Su Cultura & Culture si occupa di benessere e naturopatia con un occhio sempre attento alla cultura. Pratica l'aromaterapia sia in gruppo che individualmente e fa consulti naturopatici.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI