VIAGGIO A LONDRA: IL PARLAMENTO E LA LONDON EYE

Poche cose a Londra hanno il fascino di una passeggiata lungo l’Embankment, il molo che costeggia il Tamigi, a pochi passi dall’House of Parliament. Di giorno è molto probabile che sia affollato di turisti ma la sera è uno spettacolo tutto da gustare, con le lucine che illuminano il fiume da una parte e dell’altra regalando alle notti londinesi un fascino davvero particolare. Dall’Embankment è possibile imbarcarsi su un battello e navigare lungo il Tamigi, passando di ponte in ponte e scoprendo, dall’acqua, la bellezza della capitale britannica.

Attraversando un lungo e moderno ponte si arriva sul lato opposto, dove sorge maestosa la London Eye, l’occhio di Londra, la ruota panoramica di proprietà della British Airways. Nota anche come Millennum Wheel, la ruota del millennio, fu costruita nella seconda metà del 1999 e inaugurata nel marzo del 2000. Con i suoi 135 metri di altezza, era la più alta del mondo fino alla costruzione di The Star of Nanchang, aperto nel maggio del 2006 e successivamente del Singapore Flyer, 25 metri più alto del London Eye. Ogni anno attira milioni di visitatori che salgono nelle capsule a forma di astronave per godersi una vista mozzafiato su tutta Londra, da est a ovest, da nord a sud. Il giro dura 30 minuti e permette di osservare e fotografare ogni angolo della capitale. Il biglietto è un po’ caro ma ne vale decisamente la pena. Chi ha più di qualche giorno per visitare la città può acquistare biglietti combinati su internet con un notevole risparmio.

The House of Parliament, noto anche come Palazzo di Westminster, è la sede delle due camere del Parlamento britannico, la Camera dei Lords e la Camera dei Comuni. Il Parlamento fu istituito nel 1265 ad opera di re Edoardo il Confessore, ma fino al 1546 solo la Camera dei Lords si riuniva a Westminster. Il grande incendio del 1834 distrusse il palazzo, salvando soltanto la Torre dei gioielli, la cripta e il chiostro di Santo Stefano, e la Westminster Hall. Sir Charles Barry e il suo assistente Augustus Welby Pugin furono scelti tra 97 concorrenti e incaricati della ricostruzione dell’edificio. Gli architetti crearono un complesso in stile neogotico che incorporò gli edifici sopravvissuti all’incendio. La costruzione fu terminata nel 1870 e comprende il Big Ben (la torre dell’orologio), la Victoria Tower, la Camera dei Lords, la Camera dei Comuni, la Westminster Hall e le Lobbies.

La parte più famosa del progetto di Charles Barry è sicuramente l’elegante torre dell’orologio. Originariamente chiamata St. Stephen’s Tower, fu rinominata dopo l’istallazione della grande campana, il Big Ben. Una luce in cima alla torre si illumina ad indicare quando il Parlamento è riunito di notte. L’edificio è aperto ai turisti, per maggiori informazioni clicca qui.

Piera Vincenti

Tutto lo spettacolo dei Giochi Olimpici di Londra 2012 è su Cultura&Culture. Segui qui il nostro speciale

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

N.B. Le foto sono un’esclusiva di Cultura&Culture.it – ©PieraVincenti. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI