Donne e autostima, quando l’Amore è disinteressato

Auguste Rodin Psiche e Amore gesso 1907-1908 © Musée Rodin, Parigi. Foto di Christian Baraja
Auguste Rodin Psiche e Amore gesso 1907-1908 © Musée Rodin, Parigi. Foto di Christian Baraja

Nell’articolo precedente de “Il resto di niente” avevo scritto della tendenza delle donne a prestare soccorso anche quando non richiesto. Oggi mi preme affrontare un altro argomento che, sebbene sia collegato con il primo, se ne discosta per alcuni aspetti sostanziali. Aiutare gli altri ci permette di costituire una società più giusta ed equa, ma cosa vuol dire aiutare e sostenere? Significa dare a quelle persone, che hanno chiesto il nostro aiuto, gli strumenti necessari per affrontare le sfide della vita; e non solo. Spesso prestiamo soccorso solo per sentirci importanti e per essere amate, ammirate, apprezzate. Per compensare un bisogno d’amore! Aiutare vuol dire amare senza aspettarsi una ricompensa; rispettando noi stesse l’ego si acquieta, trovando pace e serenità, e quindi sentiamo forte la necessità di condividere tutto l’amore che proviamo dentro, senza condizioni, come sosteneva Osho. Questo concetto è valido per tutti gli ambienti, a casa con i nostri genitori, i nostri figli, il nostro compagno, a lavoro con i nostri superiori e colleghi. L’Amore nasce dentro di noi nel momento in cui ci colleghiamo con la sorgente universale. Quindi, se non coltiviamo l’Amore non riusciamo neanche a donarlo pienamente. Come possiamo dare qualcosa che non abbiamo? Suggerisco, quindi, prima a me stessa e poi a ciascuna di voi, di coltivare l’Amore proprio come un fiore. In che modo? Attraverso la meditazione, i mantra/preghiere, le affermazioni positive, la visualizzazione creativa. Strumenti che ci consentono di creare le fondamenta di una solida autostima. Qualcuna di voi potrebbe non essere d’accordo su quanto sto per scrivere, e lo capisco. Ritengo che alcuni uomini “maltrattano” soprattutto quelle donne che non amano veramente loro stesse. Perché? Semplice! Colei che si ama sceglie con cura il proprio compagno (attirando a sé un uomo che conosce il vero significato dell’Amore) e cerca, ottenendola, quell’indipendenza economica che le dà la piena libertà di decidere senza condizionamenti. Ma questa è un’altra storia, che affronteremo nel prossimo articolo…

Maria Ianniciello

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Fondatrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica, presieduto da Raffaele Morelli. Su Cultura & Culture si occupa di benessere e naturopatia con un occhio sempre attento alla cultura. Pratica l'aromaterapia sia in gruppo che individualmente e fa consulti naturopatici.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI