5 dicembre 2012
Redazione (4056 articles)
Share

ROMA SI METTE IN LUCE

© Fazon – Fotolia.com

Per le Festività natalizie, Roma si trasforma in un teatro luminoso a cielo aperto, per  una città illuminata dove i linguaggi degli allestimenti e delle installazioni artistiche “si sovrappongono alla città esistente, dando vita a una nuova scrittura urbana, elettrica e notturna”. La città di luce trae così alimento dalle sue caratteristiche di leggerezza, trasparenza e imprevedibilità. Per aprire allo stupore, all’emozione e alla speranza.

Il grande progetto Roma si mette in Luce 2012,  è promosso da Roma Capitale e Camera di Commercio di Roma con il supporto organizzativo di Zètema Progetto Cultura, con il supporto di ACEA Spa e del Gruppo Seghieri,  in collaborazione con le Associazioni di vie, Confesercenti e Federstrade, ideato e realizzato dalla società Laura Rossi International, dopo il grande successo della prima edizione 2011 – dedicata ai Festeggiamenti del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, con la spettacolare Luce Tricolore  di Via del Corso.

Il progetto Roma si mette in Luce 2012 è vincitore dell’avviso pubblico “Progetto di illuminazione Natale 2012” emesso da Zètema Progetto Cultura in accordo con Roma Capitale, per la selezione di progetti d’illuminazione e addobbi straordinari della città in occasione delle festività natalizie, dal 20 novembre 2012 al 10 gennaio 2013. Il costo totale del progetto è coperto tramite risorse reperite dal soggetto privato vincitore del bando, senza alcun intervento finanziario da parte dell’Amministrazione Capitolina e Zètema Progetto Cultura.

Quest’anno il progetto prevede un messaggio simbolico per l’anno 2013: accendere nuova speranza per il futuro. Un grande evento illuminato da migliaia di Led che rappresentano i nuovi orizzonti dell’illuminazione, pubblica e privata, per un domani illuminato nel rispetto della sostenibilità ambientale, del risparmio energetico, della solidarietà e della creatività.

Via del Corso, un cielo bianco di stelle, 500.000 led per un consumo di soli 50 kw (contro i 500 delle lampade ad incandescenza usate in passato) culminano nel grande albero di 30 mt in Piazza Venezia donato dal Comune di Andalo rivestito con 40.000 led. Nelle vie della città stelle e sfere come pianeti del nostro universo, alberi simboli di amore e pace, per tutto il mese di Dicembre sino al 10  Gennaio 2013, accoglieranno i cittadini e i turisti in arrivo nella Capitale per un viaggio che condurrà  lo spettatore alla scoperta di una città,  tra emozione e stupore, illuminata ad arte. Per una galassia di luci che pone al centro di ogni rappresentazione luminosa la Solidarietà e la condivisione dei Valori, nel rispetto dell’ambiente attraverso l’utilizzo delle tecnologie piu’ avanzate di illuminazione (led) a risparmio energetico, efficienza e sicurezza. Dall’eleganza e l’esclusività delle vie illuminate del centro e dello shopping, ai luoghi architettonici urbani più famosi e visitati, sino alla fiaba viaggiante di luce dedicata ai più piccoli, per un Natale, ripetiamo, che sia anche e soprattutto messaggio concreto di  solidarietà, beneficenza e sostegno ai più deboli. A legare l’intero progetto parte  il Tour di Babbo Natale, un autobus di luce pieno di sorprendenti Babbi Natale animeranno la città con un entusiasmante flash mob. Musica, acrobazie e piccoli omaggi natalizi per portare in tutta la città la magia del Natale.

Un’importante iniziativa solidale sarà l’Albero della Pace a favore del World Food Programme promosso dall’Ambasciata del Belize in Italia insieme alla Città di Roma che verrà acceso il 6 dicembre su Trinità dei Monti. L’8 dicembre, oltre all’accensione di Piazza Venezia e Via del Corso, si accenderà la casetta di Babbo Natale a Piazza San Silvestro dove tutti i bambini potranno fare la foto con Babbo Natale e giocare con lui.

Redazione

Redazione

Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.