Mostre di giugno 2017, a Roma c’è Giorgione e non solo!

Tra le mostre di giugno 2017 c’è Labirinti del cuore. Giorgione e le stagioni del sentimento tra Venezia e Roma. Si tratta di una mostra che coinvolge due sedi importanti della capitale, come Palazzo Venezia e Castel Sant’Angelo. Nella prima potrete ammirare il doppio ritratto di Giorgione, I due amici, (foto in basso), un’opera dall’inestimabile valore attraverso la quale si può capire molto dell’arte di Giorgione, che visse per un periodo a Roma, ma anche del rapporto che s’instaurò tra la capitale e Venezia, dato che l’opera dell’artista veneto si trova a Roma dal 1600.

 Il committente di Giorgione fu, infatti, Papa II Barbo. Ma chi era quest’artista? E cosa ha rappresentato per l’Arte italiana? Venezia nella prima metà del 1500 compì un percorso artistico originale che fu una sorta di alternativa al Rinascimento, cioè a quella svolta decisiva avvenuta tra Firenze e Roma. La città veneta era in quel periodo ricca e florida, per tanto creò un modo unico e originale di intendere e percepire l’Arte molto più sensibile al mondo fisico e alle emozioni visive.

Mostre di giugno 2017 Roma Giorgione

Giorgione fu il massimo esponente di questo rinnovamento. Decise  di imitare le cose naturali dando inizio alla cosiddetta “pittura tonale”. Fu una vera e propria rivoluzione in campo artistico. La prova di Mosè, custodita a Firenze presso la Galleria degli Uffizi, è una delle opere dell’artista veneto, come anche Ritratto di Vecchia, che trovate a Venezia presso le Galleria dell’Accademia, e soprattutto La pala di Castelfranco, La Venere dormiente e La tempesta. Solo per citarne alcune.

 Il dipinto, I due amici, che potrete ammirare a Roma, fu realizzato da Giorgione proprio alla vigilia del ridimensionamento della Serenissima, in un particolare clima di fervore culturale. A Castel Sant’Angelo invece è allestita la seconda sezione della mostra, dove saranno esposte opere di celebri nomi come Tiziano, Tintoretto, Romanino, Moretto, Ludovico Carracci, Bronzino, Barocci e Bernardino Licinio. Un unico filo conduttore lega dunque le due sedi romane in una mostra avvincente che fa leva sulle emozioni e sul sentimento.

Labirinti del cuore. Giorgione e le stagioni del sentimento tra Venezia e Roma è curata da Enrico Maria Dal Pozzolo. Oltre ai dipinti, che sono 45, potrete vedere sculture, manoscritti, 36 libri a stampa, disegni e tanti altri oggetti. La mostra si terrà dal 23 giugno al 17 settembre 2017. L’esposizione è organizzata dal Polo Museale del Lazio, diretto da Edith Gabrielli, che si è avvalso della collaborazione di Civita Mostre. Continuate a seguirci, perché vi segnaleremo altre mostre di giugno 20177.

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI