Memoria Tessile: sul filo dei diritti in mostra a Roma

1378: sono passati sette secoli dal Tumulto dei Ciompi a Firenze eppure le battaglie per i diritti dei lavoratori tessili continuano come anche i decessi. Nel 2012 a Dacca e poi in Pakistan sono morti complessivamente 415 operai. Una mostra ripercorre questi secoli di immani tragedie non solo per non dimenticare ma anche per far conoscere. L’esposizione s’intitola Memoria Tessile: sul filo dei diritti e sarà allestita dal 4 maggio al 30 giugno 2017 a Roma presso la Casa della Memoria e della Storia.

Memoria Tessile: Sul Filo dei diritti umani

In particolare saranno esposte nell’ambito di questo interessante e coinvolgente percorso racconti salvati, ricordi, immagini, luoghi,  frammenti tessili, cuciture, abiti scultura, pannelli e fili, trame, ferro, cotone, lane trattate e ripetute. E poi i canti di protesta delle filatrici e tanto altro. Memoria Tessile: sul filo dei diritti  è curata da Bianca Cimiotta Lami, che si è avvalsa del supporto artistico di Lydia Predominato.

L’evento ci mostra il passaggio dalla tessitura primaria alla Fiber Art. Nello specifico potrete ammirare gli appunti e le tracce tessili di Cecila De Paolis, Jacopo Lo Faro, Cristina Mariani, Lucia Pagliuca, Diana Poidimani, Lydia Predominato, Giulia Ripandelli, Grazia Santi, Laura Sassi, Patrizia Trevisi. L’inaugurazione è in programma il 3 maggio alle 17.30. La rassegna è promossa da Roma Capitale con l’ausilio di Zètema Progetto Cultura. L’ingresso è libero. Si può accedere dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 20. La Casa della Memoria e della Storia si trova in Via San Francesco di Sales, 5. Se vuoi maggiori informazioni sulla mostra puoi telefonare allo 060608 oppure allo 06.6876543. Puoi in alternativa visitare il sito internet: www.comune.roma.it/cultura.

Memoria Tessile: sul filo dei diritti

Commenti

commenti

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Fondatrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica, presieduto da Raffaele Morelli. Su Cultura & Culture si occupa di benessere e naturopatia con un occhio sempre attento alla cultura. Pratica l'aromaterapia sia in gruppo che individualmente e fa consulti naturopatici.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI