culturaeculture non ha pubblicità da maggio 2020. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Dona ora!

Salute e Stili di Vita

GRANDE SUCCESSO PER SO CRITICAL SO FASHION

© Deiana

La terza edizione di So Critical So Fashion, il primo evento in Italia dedicato alla moda critica etica ed indipendente, si è chiusa con 5000 visitatori, circa il 43 per cento in più rispetto al 2011. Anche la richiesta di partecipazione da parte degli stilisti è stata maggiore: 51 le realtà selezionate tra le tante proposte pervenute. So Critical So Fashion si conferma quindi come appuntamento di riferimento della moda etica durante la Fashion Week milanese. L’affluenza è stata maggiore nelle giornate di sabato e domenica: famiglie, gruppi di amici e pubblico di ogni età, spinto dalla curiosità di nuove proposte di moda o soltanto dalla voglia di uno shopping originale e sostenibile.

Ottima la partecipazione ai 17 laboratori creativi, organizzati nei tre giorni, che hanno registrato il “tutto esaurito”. Appuntamenti in cui il pubblico, ha potuto riflettere sui materiali, sulla manualità e creatività e ha imparato a creare e personalizzare capi e accessori moda: dai gioielli alle scarpe realizzati utilizzando materiali di recupero, ma anche a destreggiarsi con ferri e gomitoli, oppure a riutilizzare le tele di ombrelli dismessi per creare porta pc o impermeabili per bimbi. Tanti anche i visitatori che hanno preso parte alle due sessioni di make-up e shooting rofessionale realizzato grazie agli abiti concessi dagli espositori.

I molti incontri e le proiezioni dedicate ai semplici appassionati di moda, ma anche agli operatori del settore, hanno registrato una notevole partecipazione da parte di un pubblico sempre più attento e critico nei confronti del sistema moda tradizionale: tra questi, la proiezione del documentario “Behind the Label” che ha regalato spunti di riflessione su cosa si nasconde dietro l’etichetta dei capi che indossiamo e l’incontro “Modacontromoda²” organizzato da Misuraca&Sammarro: tavola rotonda in cui gli stilisti di So Critical So Fashion si sono confrontati con esperti di moda, giornalisti e buyer. Anche la presenza internazionale è stata significativa: quattro gli stilisti provenienti da Asia e Francia, come la singalese Deneth Piumakshi, le nipponiche Tomoko Tokuda e Kiyoko Hosoda e la francese Josiane Dulac.

Anche la stampa ha seguito l’evento con forte interesse, nonostante il richiamo delle passerelle di Milano Moda Donna. Un centinaio i giornalisti accreditati, tra cui molte testate nazionali e specializzate. L’evento è stato coperto dalle telecamere del TG3 nazionale e dall’edizione regionale.

«La risposta positiva che So Critical So Fashion ha ricevuto sottolinea che esiste un consumatore attento e pronto a ricevere le proposte dei brand di moda che uniscono innovazione, bellezza e qualità senza tralasciare attenzione per l’ambiente e per i diritti dei lavoratori – dichiara Anna Nenna, responsabile dell’evento – Inoltre il nostro auspicio è che non si parli più di etica e sostenibilità come valori aggiunti dei prodotti, ma che queste diventino caratteristiche assodate di tutta l’industria della moda».

close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha pubblicità da maggio 2020. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Dona ora!

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: mariaianniciello@culturaeculture.it

Lascia un commento

shares