culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Non solo film

Qua la zampa 2: recensione del film

Il plot che vede nel cane l’animale più fedele, in grado di difendere i suoi amici umani da pericoli e traversie, funziona sempre. Lo ha dimostrato il recente Il richiamo della foresta ma soprattuttolo hanno dimostrato pellicole quali Lessie, Zanna Bianca, Belle & Sebastien ma anche Un poliziotto a quattro zampeche segue le orme del celeberrimo Rex. Il cane si fa in quattro per gli esseri umani. E Qua la zampa 2, come nel prequel, riprende questa visione mistificata ed addolcita del nostro amico più fedele. Il sequel, basato sul libro di Bruce Cameron, riparte da dove avevamo lasciato Bailey e il padrone Ethan (Dennis Quaid), entrambi più anziani ma pur sempre molto affiatati. Si affrontano così tematiche quali la maternità, la crescita personale, il desiderio di farsi spazio mediante i propri talenti. (NB. Trovi la versione audio dell’articolo in calce).

Trovi il film qui su Amazon Prime

Qua la zampa 2

Qua la zampa 2: recensione. Il film è su Prime Video

Qua la zampa 2 commuove e diverte, intrattenendoci. Diretto da Gail Mancuso, regista nota per le molteplici serie televisive e in modo particolare per Modern Family, il film è un prodotto per famiglie che evoca buoni sentimenti e che non ci lascia mai con l’amaro in bocca. Complice una fotografia rassicurante e una regia equilibrata, la pellicola – pur non eccellendo per originalità – educa alla comprensione e all’amore. In fondo il percorso del cane Bailey, che si rincarna più volte per portare a termine la propria missione, ci riguarda da vicino.

Qua la zampa 2

Se non abbiamo una missione tutta la nostra esistenza non ha senso e la vocazione – che ciascuno di noi ha – non si manifesta facendo morire la nostra anima. E` lo scopo, dopotutto, che ci rende vivi. E Bailey ha un compoito da portare al termine in questo sequel.

Qua la zampa 2

Il cane deve proteggere la piccola CJ (da adulta è interpretata da Kathryn Prescott), che diventa donna e si innamora e più volte ‘fallisce’, compiendo degli errori di valutazione, grazie ai quali apprende e si mette in gioco per davvero. Con lei c’è sempre il suo amico a quattro zampe che cambia nella forma, rincarnandosi più volte, ma mai nella sostanza. Qua la zampa 2 è il viaggio di un cane che sa essere coerente e che riconosce il proprio posto nel mondo seguendo la voce dell’istinto. (Maria Ianniciello)

close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Mi occupo di critica cinematografica, libri ed emancipazione femminile. Ho una laurea in Lettere (vecchio ordinamento), conseguita con il massimo dei voti nei tempi, e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline (ho diretto anche un magazine locale per due anni circa), curo dal 2008 www.culturaeculture.it, da me fondato. In culturaeculture.it dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per il mio lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità in tutte le sue sfaccettature. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione e formazione. Amo studiare e formarmi. Ah! Dimenticavo! Ho scritto un romanzo quando avevo sedici anni che ho pubblicato nel 2010.

Lascia un commento

shares