Non solo film

‘Downton Abbey’ è su Amazon Video Italia: recensione della Stagione 1 (Podcast in calce – No spoiler)

Le sei stagioni della serie televisiva Downton Abbey sono reperibili su Amazon Video Italia. In questa recensione mi soffermerò tuttavia solo sulla stagione 1, per spiegarvi quali sono i motivi per cui la serie merita di essere vista.

A mio avviso la serie è tra quei prodotti audiovisivi che, oltre a distrarci, ci fanno anche riflettere dandoci una prospettiva diversa del mondo. E tutto ciò, in una realtà come quella attuale, non è cosa da poco. Amazon Prime Video, dunque, ci dà la possibilità di vedere Downton Abbey, senza interruzioni pubblicitarie,in un colpo solo come accade per i portali on demand di ultima generazione. (Trovi il podcast di questo articolo in calce).

Downton Abbey su Amazon Video Italia: recensione della Stagione 1

La fortunata serie televisiva ruota intorno alle peripezie della famiglia Crawley e della sua servitù. Le vicende s’intrecciano in un movimento circolare che sembra abbracciare le vite dei protagonisti sconvolgendole. Il cambiamento – a cui pure la ricca matriarca dovrà adattarsi anche se con difficoltà – è l’asse portante di questa serie scritta da Julian Fellowes. Il contesto storico è da subito definito.

Downton Abbey: il contesto storico

La vita di Mary e della sua famiglia viene sconvolta all’alba del 1912, dal naufragio del Titanic. Una data simbolo che cambia le sorti non solo della famiglia ma anche dell’intera società anglosassone ed occidentale, basata su un sistema antiquato dove non è contemplato il passaggio da una classe sociale all’altra. Come ci fa vedere in modo minuzioso anche James Cameron nel suo film sentimentale Titanic (1996).  

La trama della Stagione 1

Siamo in un’Inghilterra conformista e conformante che non prevede che le figlie femmine ereditino abitazioni maestose e terreni. Mary doveva sposarsi con un cugino, erede di suo padre – che non ha avuto figli maschi – ma la mala sorte ci ha messo lo zampino e il ricco erede è affondato con il Titanic. La prima stagione di Downton Abbey ruota proprio intorno al destino matrimoniale di Mary. Sullo sfondo le peripezie delle sue sorelle minori. Da un lato c’è il brutto anatroccolo, Edith, e dall’altro c’è Sybil, con le sue idee anticonformiste soprattutto per quanto riguarda le donne. Nella vita della ricca famiglia compare il borghese Matthew Crawley e sua madre che all’inizio mal si adattano alle abitudini nobiliari. Matthew è l’erede diretto e, quindi, i signori Crawley cercano, con le buone per la verità, di farlo sposare con Mary. Ci riusciranno? Nel frattempo tra una serie di accadimenti e piani diabolici il vivere quotidiano della servitù è molto movimentato.

Downton Abbey Amazon Video

La prima stagione è accattivante

Downton Abbey è dunque una serie televisiva accattivante che ci porta nella prima metà del Novecento, quando la società era diversa e la lotta di classe si stava cominciando a delineare. E fu proprio in quel periodo che si misero le basi della realtà che noi conosciamo.

Con un cast eccellente (da Hugh Bonneville e Elizabeth McGovern, da Michelle Dockery a Dan Stevens), una scenografia credibile e dei costumi raffinati, questa serie ci induce anche a riflettere sui buoni sentimenti e sulla necessità dell’essere umano di fare del bene, nonostante tutto! La prima stagione si conclude nel 1914 proprio quando scoppiò la Grande Guerra che fece da spartiacque demolendo il colonialismo per com’era cosciuto e creando i presupposti delle grandi dittature del primo dopoguerra.

Curiosità…

Qualche curiosità? Dalla serie anglo-americana è stato tratto un film che è uscito nel marzo 2019. Inoltre, i sette episodi della prima stagione di Downton Abbey andarono in onda su Rete 4 dall’11 dicembre 2011.  

Sulla rete di Mediaset furono trasmesse anche la seconda, la terza e la quarta stagione. Mentre la quinta e la sesta andarono in onda su La5. Adesso su Amazon Video Italia potete vedere tutte le stagioni della serie televisiva, che è stata anche per un periodo reperibile su Netflix.  

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Ho una laurea in Lettere e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline, curo dal 2008 il portale www.culturaeculture.it, da me fondato. In Cultura & Culture dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per questo lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione.

Lascia un commento

shares