Di tutto un po'

La Nutrizione in aiuto per restare in forma anche a casa: il progetto di 115 biologi

Oggi vi parliamo di un progetto interessante che riguarda il cibo e la salute in questo periodo molto inedito e particolare. L’iniziativa si chiama La nutrizione in aiuto e a parlarne è la dottoressa Angela Pugliese, biologa nutrizionista.

Dottoressa, ci parli un po’ di questo progetto. In cosa consiste?

Il progetto “La nutrizione in aiuto” nasce dall’idea e dalla collaborazione di un gruppo di biologi nutrizionisti di tutta Italia, accomunati dalla volontà di portare avanti l’opera di diffusione del sapere scientifico, attraverso la stesura di un VADEMECUM NUTRIZIONALE a disposizione gratuita di tutti, così da restare vicini ai cittadini in questo periodo di emergenza e soprattutto per fornire consigli nutrizionali adeguati ai mutamenti che a causa del Covid-19 e delle conseguenti restrizioni, le vite di tutti noi hanno dovuto subire.

Come si sviluppa?

Per l’elaborazione e la pubblicazione del primo Vademecum, siamo partiti con un gruppo inziale di 44 biologi, in contatto unicamente tramite i social; ci siamo poi divisi in 5 gruppi di lavoro, ognuno coordinato da un referente, così da poter lavorare in maniera ottimale ed organizzata ad una delle 6 tematiche scelte: consigli generali, bambini, adulti, anziani, consigli per la spesa, ricette; un gruppo a parte si è invece esclusivamente dedicato alla grafica. Ciascuna tematica è stata sviluppata attraverso 8 punti salienti, che nel vademecum compaiono sotto forma di messaggi diretti. Dopo la pubblicazione abbiamo iniziato subito a lavorare agli approfondimenti di ciascun punto che giornalmente vengono pubblicati sulla nostra pagina facebook. Ad oggi il gruppo si è allargato fino ad arrivare agli attuali 115 biologi e questo ci ha consentito di spingerci oltre, inserendo nuove tematiche tra cui la gravidanza, le fake news, l’alimentazione eco-sostenibile e molto altro che presto troverete nel secondo vademecum.  

la nutrizione in aiuto

Quali sono le finalità e quali gli obiettivi?

Abbiamo scelto di battezzare il nostro vademecum con l’hashtag #iorestoacasainforma, per lanciare il messaggio fondamentale che, nel rispetto del monito comune di restare a casa, abbiamo comunque la possibilità di sfruttare al meglio il tempo a disposizione, con un’attenzione particolare all’alimentazione e al suo ruolo di prevenzione e salute. L’obiettivo è quindi quello di dare a tutti i cittadini, di tutte le età, dei suggerimenti su come affrontare al meglio da un punto di vista nutrizionale questo periodo di emergenza, restando attivi, coltivando sane abitudini, mangiando consapevolmente anche grazie all’aiuto di ricette sane e sfiziose che nel vademecum proponiamo, nell’ottica di migliorare la nostra salute sotto tutti gli aspetti, quindi a 360°. Il Vademecum ad oggi ha ottenuto già due importanti patrocini ma puntiamo ad allargare la nostra rete, così da raggiungere quanti più utenti possibili, affinché l’aiuto concreto che ci auspichiamo di dare oggi si trasformi in un progetto duraturo ed entri a far parte a tutti gli effetti del patrimonio culturale e scientifico inerente il mondo dell’alimentazione.

Come contattare i referenti?

Ci trovate su facebook alla pagina lanutrizioneinaiuto, su instagram come iorestoacasainforma oppure potete contattarci tramite e.mail all’indirizzo lanutrizioneinaiuto@gmail.com. Troverete i contatti di ciascuno dei 115 biologi partecipanti così da ricercare quello più vicino a voi, con il quale rapportarvi per ogni singola esigenza, curiosità e tanto altro. Siamo la nutrizione in aiuto di nome e di fatto. Vi aspettiamo.

Grazie mille dottoressa.

Commenti

commenti

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: mariaianniciello@culturaeculture.it

Lascia un commento

shares