culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Libri: recensioni & interviste

RITRATTI FOTOGRAFICI DI MILTON GENDEL

Si apre oggi, giovedì 22 novembre 2012 alle 18.30 e si chiude il 24 marzo 2013, presso il Museo Mario Praz di Roma, la mostra Visitors’ Book/ Ospiti a casa Praz – Ritratti fotografici di Milton Gendel, lettere, dediche e recensioni, a cura di Barbara Drudi e Patrizia Rosazza-Ferraris.

I Casi della vita: nel 1968 Mario Praz sfrattato dai Marchesi Ricci trasferiva in palazzo Primoli la sua Collezione, nel 2011 Milton Gendel, sfrattato dai Principi Doria vi portava la sua, corredata dal suo vastissimo Archivio Fotografico. Come Praz aveva destinato la sua preziosa Biblioteca alla Fondazione Primoli così Gendel ha donato il suo Archivo alla Fondazione. Gendel fu l’ultimo a firmare il Visitors’ book di casa Praz , il 17 febbraio del 1982 , realizzando nell’occasione l’ultimo ritratto fotografico di Mario Praz che sarebbe scomparso il 23 del mese seguente. Ma Gendel aveva già fotografato Praz nella sua casa il 10 giugno 1973, nella felice occasione della visita di Margaret d’Inghilterra alla Collezione , ricordata nel Visitors’ Book con una intera pagina dove campeggia la firma della Principessa.

Scorrendo il Visitors’ Book di Casa Praz molte sono le firme di personaggi della cultura e della mondanità che sono stati ospiti di Praz e di molti di questi Gendel ha scattato, nei più diversi luoghi e nelle più diverse occasioni, i ritratti. Affiancare agli scatti di Gendel gli scambi letterari che Praz ebbe con questi personaggi della cultura e della mondanità del suo tempo, tramite recensioni, lettere, dediche e documenti d’archivio, è lo scopo di questa mostra che si propone di presentare, in un breve spaccato cronologico di appena 20 anni, quello che Praz stesso aveva definito “ Il mondo che ho visto “.

Nel catalogo, edito da Peliti Associati, saggi di Barbara Drudi, Peter Benson Miller e Antonella Barina.

In appendice viene per la prima volta pubblicato l’ Indice dei Corrispondenti di Mario Praz , una lista di 1226 nominativi che raccolgono un’ampia rappresentanza della cultura occidentale del XIX secolo.

close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: mariaianniciello@culturaeculture.it

Leave a Reply

shares