culturaeculture non ha pubblicità da maggio 2020. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Dona ora!

Libri: recensioni & interviste

A Pordenone George Tatge: in mostra l’Italia Metafisica

“Italia Metafisica”: s’intitola così la mostra del celebre fotografo George Tatge. L’esposizione, dopo essere stata allestita a Firenze, approda a Pordenone, dove potrete visitarla dal 18 marzo al 30 luglio 2017. Nello specifico si espongono sessantasei scatti che Tadge ha realizzato in tutta Italia e centotrentadue particolari tratti dalle fotografie in esposizione. Classe 1951, il fotografo è nato a Istanbul da padre americano e madre italiana. Dopo aver vissuto tra l’Europa e il Medio Oriente, si è trasferito in Italia. Le sue fotografie sono state esposte nei principali Musei del Mondo.

Nella mostra “Italia Metafisica” s’indaga su come l’uomo si sia rapportato con il territorio attraverso gli edifici e gli spazi costruiti, alcuni ancora in uso, altri abbandonati. George Tatge da anni osserva in maniera attenta, infatti, il rapporto tra l’essere umano e la Natura. La mostra mette, dunque, in risalto la straordinaria capacità del fotografo di guardare a un luogo fisico per esprimere un concetto filosofico, che va oltre la fisica per addentrarsi tra i sentieri dell’anima.

L’esposizione sarà allestita presso la Galleria Harry Bertoia, ed è organizzata dal Comune di Pordenone, in particolare dall’Assessorato alla Cultura. Il catalogo è curato da Contrasto che, per quest’opera, ha ricevuto un doppio riconoscimento: il premio IPA della Lucie Foundation di New York, nel 2015, e il Premio Ernest Hemingway di Lignano Sabbiadoro lo scorso anno. Potete visitare la mostra da mercoledì a domenica, dalle 15 alle 19. Per info: 0434.392916.

close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha pubblicità da maggio 2020. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Dona ora!

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: mariaianniciello@culturaeculture.it

Lascia un commento

shares