Libri: recensioni & interviste

MANTOVA, MURGIA: IN ITALIA PIU` IO CHE NOI

Ph michelamurgia.com

«Per avvicinare un giovane alla letteratura, bisogna proibirgli di leggere un libro». Così Michela Murgia allo staff del Festival della Letteratura di Mantova.

«In Italia il tema del “Noi” è fuori moda; qui l’Io è ipertrofico, mentre il “Noi” è totalmente dimenticato. Per me, è determinante lo sviluppo dell’idea di relazione in maniera totalmente trasversale, rifiuto i “Noi” chiusi e non accetto che ci siano comunità che possano permettersi di erigere confini. Mi rifiuto di assumere la visione leghista del Noi, in senso antropologico, non politico», ha affermato la Murgia prima di soffermarsi sui giovani, i quali «sono obbligati a ragionare più in termini di futuro che di passato; anche se l’Italia è un Paese sfortunato perché ha molti vecchi e pochi giovani». «Credo che nella nostra Nazione sia difficile progettare un futuro perché abbiamo classe dirigente che ha più passato», ha concluso l’autrice.

Insomma al Festival della Letteratura di Mantova, che è alla sua sedicesima edizione e che si è aperto il 5 settembre 2012 e si chiuderà il 9 settembre, si riflette su tematiche di grande attualità attraverso il libro e la scrittura. Anche la mattinata odierna è stata intensa, come il resto della giornata.

Per approfondimenti sul programma: http://www.festivaletteratura.it/programma2012.php

m.i.

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Ho una laurea in Lettere e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline, curo dal 2008 il portale www.culturaeculture.it, da me fondato. In Cultura & Culture dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per questo lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione.

Lascia un commento

shares