Libri: recensioni & interviste

Il Tiranno di Roma di Andrea Frediani

il tiranno di romaLeggere è una passione…che costa.

In tempi di crisi anche il prezzo dei libri può frenare i lettori, specialmente i più giovani, dall’accostarsi alla lettura. Perché non cogliere allora il suggerimento di una lettura low-cost? La Newton Compton propone una serie di titoli decisamente economici tra cui può sorprendere la lettura di un breve ma intenso romanzo storico: “Il tiranno di Roma”. Andrea Frediani, giovane autore, sa riproporci uno spaccato di storia e costume dell’antica Roma attraverso una rievocazione romanzata di drammatici momenti della vita repubblicana. La narrazione cinematografica di Frediani alterna immagini crude e flash di vita quotidiana dell’antica Roma in cui s’incrociano i destini tremendamente umani di schiavi e soldati, generali e senatori. Come il caso di Giuntilla, schiava riconoscente e devota, profondamente grata ai suoi padroni austeri e morigerati, la cui vita viene sconvolta dalla guerra civile troppe volte percepita aridamente attraverso i libri di storia. O come Crisso, schiavo che ha la possibilità di riscattarsi, combattendo al fianco di Mario. Il romanzo storico, dunque, come qualcuno ha asserito non è affatto un genere desueto. E’ più vivo che mai, se è vero che questo autore ha innervato di vitalità e passione i suoi personaggi che, verisimili, si muovono su uno sfondo storico concreto. La minuziosità delle descrizioni e l’indugiare sulla psicologia dei personaggi avvincono il lettore, trascinandolo in una lettura senza soste. Giuntilla e Crisso, rappresentano, insomma, due vite esemplari, due destini che s’incrociano drammaticamente, legittimando l’affermazione secondo cui «anche la guerra va combattuta secondo delle regole, altrimenti, svilita, finisce per essere pura brutalità».

Annapina D’Agostino

 

close
Iscrivendoti alla newsletter riceverai GRATIS l'ebook su come difendersi dalle fake news!

Commenti

commenti

Commenta