culturaeculture non ha pubblicità da maggio 2020. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Dona ora!

Di tutto un po'

LA CUCINA ITALIANA IN GERMANIA

© MarcoBagnoli Elflaco – Fotolia.com

Sarah Wiener, una delle chef più conosciute e amate in Germania, è testimonial dell’eccellenza agroalimentare italiana. Ieri sera a Berlino, in occasione di Fruit Logistica, presso l’Ambasciata d’Italia (che ha dato il patrocinio all’evento) Sarah Wiener si è esibita in una cena esclusiva organizzata da Confagricoltura e Camera di Commercio italiana per la Germania, a l quale sono intervenuti marchi italiani, buyer e importatori tedeschi. Incontri di business a tavola in occasione di una delle kermesse di settore più attese, con ricette della cucina di entrambi i Paesi, incentrate sui prodotti agricoli e agroalimentari messi a disposizione dalle aziende italiane, tra cui ortofrutta, olio extravergine d’oliva, formaggi, prosciutti, salumi, riso, pasta e vino.

«Con i suoi circa 5,5 miliardi di euro di import, la Germania è il primo Paese di destinazione dei prodotti agroalimentari italiani – sottolinea il presidente di Confagricoltura Mario Guidi (che porterà il suo saluto a Berlino, assieme all’Ambasciatore d’Italia nel Paese alemanno, Elio Menzione, ed al presidente della Camera di Commercio Italiana per la Germania, Emanuele Gatti) -. Quello tedesco è un mercato maturo e consolidato e proprio per questo va curato ed esplorato a fondo. Le quote conquistate vanno mantenute, cosa sempre più complessa in un mondo globalizzato, e vanno trovati spazi ulteriori di business per i nostri imprenditori e per i nostri prodotti». Personaggio di spicco della ristorazione tedesca (ristoranti, catering, corsi di cucina, libri di ricetta, trasmissioni tv), Sarah Wiener è davvero molto popolare nel suo Paese. La persona più indicata – osserva il presidente di Confagricoltura – per accendere i riflettori sul made in Italy agroalimentare».

 «Fruit Logistica 2013 – fa presente Confagricoltura – è la più importante fiera internazionale del settore ortofrutticolo e nel 2012 ha registrato la presenza di oltre 56mila visitatori professionisti provenienti da 127 Paesi e 2.500 espositori di 83 Paesi. La presenza delle imprese italiane è ogni anno massiccia, facendo sì che l’Italia risulti il Paese maggiormente rappresentato nella kermesse».

close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha pubblicità da maggio 2020. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Dona ora!

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: mariaianniciello@culturaeculture.it

Lascia un commento

shares