Di tutto un po'

Festival di Sanremo 2018, promossi e bocciati. Ecco le pagelle

Festival di Sanremo 2018, promossi e bocciati? Pagelle? Devo ammettere che questa edizione è stata un’autentica rivelazione, una sorpresa, anche grazie ai conduttori. Briosa e originale la conduzione di Pierfrancesco Favino e Michelle Hunziker che formano un duo originale e ben assortito. Attenta la direzione artistica di Claudio Baglioni, il quale intelligentemente ha deciso di cantare anziché condurre giacché la sua arte è il canto. Non stanno mancando momenti trash evidenti in alcune gags. L’ingresso dei Carabinieri – guidati da Nino Frassica –  nella puntata di giovedì sera, non mi ha entusiasmato. Divertente invece il numero di mago Forest.

Festival di Sanremo 2018
Vestiti indossati da Michelle Hunziker nella seconda serata. Made Alberta Ferretti @Fanpage Hunziker

Di cattivo gusto l’esibizione in italiano degli artisti stranieri come Sting la seconda serata o James Taylor la terza. Promossi invece gli abiti di Michelle Hunziker, soprattutto i vestiti della seconda e della terza sera come anche le esibizioni di Vecchioni, Gino Paoli e di Giorgia. E Fiorello è il solito animale da palcoscenico, unico, inimitabile, originale. E per quanto riguarda le canzoni che dovrebbero essere le vere protagoniste? Ecco la mia pagella dei 20 big in gara del Festival di Sanremo 2018.

Festival di Sanremo 2018
Ermal Meta e Fabrizio Moro – Non mi avete fatto niente

 

PAGELLE

  1. Meta- Moro 10
  2. Annalisa 9
  3. Vanoni- Bungaro e Pacifico 8,5
  4. Ron 8
  5. Max Gazzé: 8
  6. Noemi 8
  7. Lo Stato Sociale 8
  8. Decibel 7,5
  9. Avitabile-Servillo 7
  10. The Kolors 6,5
  11. Luca Barbarossa 6
  12. Nina Zilli 6
  13. Le Vibrazioni 6
  14. Red Carzian 5
  15. Giovanni Caccamo 5
  16. Diodato Roy Pace 5
  17. Renzo Rubino 4
  18. Facchinetti-Fogli 4
  19. Mario Biondi 3
  20. Elio e le Storie Tese 2
close
Iscrivendoti alla newsletter riceverai GRATIS l'ebook su come difendersi dalle fake news!

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Mi occupo di critica cinematografica, libri ed emancipazione femminile. Ho una laurea in Lettere (vecchio ordinamento), conseguita con il massimo dei voti nei tempi, e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline (ho diretto anche un magazine locale per due anni circa), curo dal 2008 www.culturaeculture.it, da me fondato. In culturaeculture.it dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per il mio lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità in tutte le sue sfaccettature. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione e formazione. Amo studiare e formarmi. Ah! Dimenticavo! Ho scritto un romanzo quando avevo sedici anni che ho pubblicato nel 2010.

Commenta

shares