Di tutto un po'

ELEZIONI PAPA, MARTEDI` IL CONCLAVE

© fabiomax-Fotolia.com
© fabiomax-Fotolia.com

Occhi puntati sul Vaticano per l’elezione del nuovo pontefice che, come afferma il New York Times, dovrà essere carismatico come Giovanni Paolo II e coraggioso. Con un comunicato stampa la Santa Sede ha fatto sapere che il conclave avrà inizio martedì 11 marzo. La mattina sarà celebrata la Santa Messa e poi nel pomeriggio i cardinali si riuniranno per eleggere il nuovo Papa; da allora in poi, fino alla fumata bianca, non potranno avere contatto con l’esterno. Intanto il dibattito resta alto, tanto che fino a oggi sono stati 11 gli interventi nelle congregazioni. Domani e domenica i cardinali saranno in pausa. Per eleggere il nuovo pontefice servono almeno 77 voti; le votazioni in Cappella Sistina saranno effettuate come vuole la tradizione, cioè con carta e penna. Il nuovo conclave sarà disciplinato dalla Costituzione apostolica Universi Dominici Gregis, promulgata da Giovanni Paolo II il 22 febbraio 1996. Con qualche novità rispetto al 2005, quando fu eletto Ratzinger. Per vedere la famosa fumata bianca, è necessario avere una maggioranza qualificata di due terzi, calcolati sulla base dei cardinali presenti. Parteciperanno al conclave tutti i cardinali che non abbiano ancora compiuto l’ottantesimo anno d’età. Una volta entrato nella Cappella Sistina ogni cardinale si impegnerà con un giuramento a svolgere se eletto il ministero di Pietro e a mantenere il segreto sulle elezioni. Tutti, tranne i cardinali, sono poi chiamati a uscire dalla Cappella. Ha inizio così il voto.

Adesso si apre dunque una nuova sfida per la Chiesa che  è chiamata a scegliere il successore di Benedetto XVII.

 

close
Iscrivendoti alla newsletter riceverai GRATIS l'ebook su come difendersi dalle fake news!

Commenti

commenti

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: mariaianniciello@culturaeculture.it

Commenta