culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Di tutto un po'

DISIDRATAZIONE: A RISCHIO TUTTI GLI ORGANI, ANCHE GLI OCCHI

© dundanim - Fotolia.com

Bere per stare bene. Una frase che sentiamo spesso e su cui il più delle volte poniamo poca attenzione; eppure se nel  nostro corpo scarseggia l’acqua possiamo andare incontro con il trascorrere del tempo a una serie di patologie. A soffrire quasi tutti gli organi ma pochi sanno che anche gli occhi in estate rischiano la disidratazione che può colpire principalmente gli anziani e i miopi. Un occhio poco lubrificato rischia il distacco del vitreo e nei casi più gravi il distacco della retina.

Molte persone non avvertono la sensazione della sete e quindi non bevono. Come accorgersi in questi casi che siamo disidratati?

I sintomi sono diversi e variano a seconda dell’organismo: crampi muscolari; debolezza generale; calo del peso corporeo; diminuzione della diuresi, con urine di colore particolarmente scuro (tipica disidratazione ipertonica); secchezza delle labbra, della pelle e delle mucose; aumento della temperatura corporea; infossamento dei bulbi oculari; aumentata frequenza cardiaca; compromissione del sensorio; mancanza di lacrime nel pianto e freddezza delle estremità…

Per stare bene è necessario ascoltare il nostro corpo e capire di cosa abbiamo bisogno. Certamente non meno di un litro e mezzo d’acqua d’inverno e di due litri d’estate, a cui bisogna aggiungere tanta frutta e verdure. Cose scontate ma che se non messe in pratica alla lunga possono crearci grandi problemi…

Per tutte le info: http://www.farmacoecura.it/malattie/disidratazione-in-adulti-e-bambini-sintomi-rimedi-rischi/

http://www.italiasalute.it/Oculistica.asp

 

close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: mariaianniciello@culturaeculture.it

Leave a Reply

shares